Trapani, Cosmi: «Mi sento portavoce di questa terra»

Trapani, Cosmi: «Mi sento portavoce di questa terra»
© foto www.imagephotoagency.it

Serse Cosmi, tecnico del Trapani, ha lasciato una lettera ai tifosi granata dopo lo spiacevole evento di ieri

Non un buon momento quello di Serse Cosmi e non solo in campo. Ieri, per cause ancora ignote, l’auto del tecnico è andata in fiamme dinanzi alla propria abitazione di Trapani. L’ex allenatore del Lecce, dunque, ha deciso di tornare in Umbria dalla famiglia, lasciando però  una lettera in cui ha ringraziato tutti per l’affetto ricevuto in questo momento. Le parole di Cosmi, che allontanano le voci di un possibile addio, sono state pubblicate dal sito ufficiale della società granata.

LA LETTERA – «Mi sembra importante oggi, a mente più serena, dire due parole alla gente di Trapani, che mi ha manifestato da subito il suo affetto e la sua vicinanza, così come ha fatto sin dal primo giorno in cui sono arrivato in città. Ciò che mi dispiace di questa vicenda, è vedere il loro dolore, la cosa più triste è stata leggere nei loro occhi quasi la volontà di chiedermi scusa per qualcosa, di cui non abbiamo certezza e di cui non avevano responsabilità. Da due anni ormai mi sento orgogliosamente portavoce di questa terra e della sua gente e mi ha ferito vedere descrivere una città per quella che non è. In questo momento, voglio semplicemente dire che per me questo episodio non cambia nulla nel mio sentimento verso Trapani e nel mio rapporto con la gente di Trapani. Anzi, il mio amore verso Trapani e la sua gente si rafforza, sentendomi sempre di più un figlio di questa terra, anche se adottivo».