Serie A, Milan e Inter inarrestabili, Juve in scia, la Lazio raggiunge la Roma, Napoli in crisi

Iscriviti
Immobile
© foto www.imagephotoagency.it

Cambia lo scenario in zona Champions, Roma e Napoli crollano mentre Juve e Lazio ne approfittano. Il Genoa di Ballardini viaggia a una media da Europa

Si scatena la bagarre in zona Champions dietro alle milanesi. Tutto piuttosto facile per Inter e Milan che battono senza faticare troppo rispettivamente la Fiorentina (senza gli squalificati Castrovilli e Milenkovic) e il Crotone, ormai con più di un piede in serie B. Ma è subito dietro che lo scenario cambia quasi radicalmente. Tra le sconfitte pesanti di Roma e Napoli e le vittorie altrettanto determinanti di Juve e Lazio, che ribaltano la zona Champions. Pirlo ingrana la sesta vittoria consecutiva e lancia la Juve al terzo posto, grazie al solito Ronaldo (23° rete in 24 gare giocate in stagione), la Lazio fatica più del previsto ma conquista tre punti d’oro grazie al solito Immobile contro il Cagliari (sempre terzultimo) di Rugani, e aggancia la Roma al quarto posto, con la sesta vittoria consecutiva in campionato.

Occasione sprecata per l’Atalanta, in vantaggio 3-0 nel primo tempo e rimontata sul 3-3 dal cuore del Toro di Nicola che non muore mai. Mentre la sconfitta contro il Genoa certifica lo stato di crisi permanente del Napoli e il tocco magico di Ballardini, che ha completamente trasformato la sua squadra ormai lanciatissima verso la salvezza grazie a una media punti da Europa. Gattuso invece non riesce a riprendere in mano il suo Napoli, troppo incostante e a rischio Champions, mentre continuano le riflessioni in società su un eventuale cambio in panchina. Rallentano Sassuolo e Verona, mentre Mihajlovic torna alla vittoria contro un Parma penultimo e sempre più in affanno. Mentre lo Spezia di Italiano, oltre alle qualità indiscusse, dimostra anche grande carattere nel ribaltare il vantaggio di Caputo contro il Sassuolo. Là davanti intanto si fa sempre più accesa la corsa al trono di capocannoniere del campionato, con Ronaldo sempre davanti a tutti con 16 reti, dietro di lui Lukaku, Ibrahimovic (alla stratosferica quota 501 reti in carriera)  e Immobile a 14.