Catania, Pulvirenti: «Tranquilli, ci rialzeremo subito»

© foto www.imagephotoagency.it

Il patron del club etneo fiducioso sulla ripresa della squadra.

CATANIA PULVIRENTI – Delusione? Sì, ma non è il momento per fermarsi nel Catania: Nino Pulvirenti, amareggiato per il negativo avvio di stagione del club etneo, suona la carica in vista delle prossime giornate e resta tranquillo, fiducioso. «La squadra si riprenderà presto, magari già dalla prossima gara interna con il Parma. Io sono tranquillo, perché so che tipo di organico abbiamo allestito. E’ vero che poi le vittorie bisogna conquistarle sul campo, ma qui l’analisi va fatta non in base ai risultati di queste prime giornate, bensì in conseguenza delle prestazioni fornite dai giocatori», ha dichiarato il presidente, come riportato dal “Corriere dello Sport”.

SCONFITTA INGIUSTA – «A parere mio la sconfitta di Livorno è stata immeritata: noi abbiamo attaccato, loro hanno sfruttato le ripartenze e alla fine sono riusciti ad agguantare un risultato che premia oltre misura i nostri avversari e punisce eccessivamente noi, che abbiamo pagato la troppa voglia di ottenere il risultato pieno. Ci sono delle cose da sistemare e dei giocatori da integrare rapidamente all’interno di uno scacchiere su cui, per forza di cose, sono state apportate delle modifiche. Però, ripeto, l’organico è forte e col sudore e la fatica riuscirà a tirarsi fuori dai guai: ve lo garantisco», ha poi aggiunto Pulvirenti.

FALSA PARTENZA – «Per quel che riguarda le tre sconfitte consecutive non pensate che non diano fastidio a noi e ai giocatori in primo luogo. Anzi, i ragazzi sono i più dispiaciuti e sono certo che faranno di tutto per cancellare nel più breve tempo possibile questa falsa partenza. Ciò pur considerando che la sconfitta di Livorno non ha niente a che vedere con quella di Firenze e quella successiva in casa con l’Inter. Anzi, la ripresa contro i nerazzurri è stata disastrosa, mentre quella col Livorno mi ha convinto: i giocatori non hanno mai mollato, hanno provato fino all’ultimo a restare in partita e a riaprirla dopo il due a zero. Purtroppo è andata come è andata, ma sono certo, lo ripeto ancora una volta, che il trend sarà invertito da qui a poco: da Livorno torniamo con qualche insegnamento in più, ma la strada è davvero quella giusta».

MARAN – Piena fiducia nel tecnico: «Con Maran siamo in perfetta sintonia. Abbiamo discusso a fine partita, così come facciamo sempre sia dopo una vittoria, sia dopo un pareggio, sia dopo una sconfitta. Andiamo avanti per la nostra strada, senza problemi, perché il progetto non può certo essere messo in discussione da una falsa partenza. E di tempo per rimettere le cose a posto ce n’è… Altroché».