Serie B: il punto sulle idee ed i colpi di calciomercato (seconda parte)

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

Seconda tappa del viaggio nel calciomercato della Serie B

CALCIOMERCATO SERIE B – La redazione di CalcioNews24 oggi analizza le principali idee di mercato ed operazioni di Empoli, Juve StabiaVirtus LancianoLatina e Modena. Ti sei perso la prima parte? Puoi cominciare il viaggio di mercato da qui.

Pochi ma mirati movimenti di mercato da parte dell’Empoli, che ha confermato il difensore Daniele Rugani con la formula della comproprietà con la Juventus, a cui, invece, ha lasciato Elvis Kabashi. Per puntellare la fascia sinistra, il club toscano ha preso Mario Rui dal Parma, da cui è arrivato in comproprietà; dal Gavorrano è, invece, tornato il centrale Gregorio Mazzanti. Retroguardia che, però, rimarrà orfana di Daniele Mori, girato dall’Udinese al Novara, e di Vasco Regini, una delle rivelazioni della passata stagione, tornato alla Sampdoria, club con il quale permane la comproprietà. Stesso discorso per Riccardo Saponara, che resta in comproprietà con il Milan, dove giocherà però nella prossima stagione. Una perdita importante per il centrocampo dell’Empoli, che però nella prossima stagione potrà contare Jonis Khoris e Antonio Angelino, dall’Hinterreggio, Claudio Santini, che si era liberato dal Borgo a Buggiano, Salvatore Caturano, tornato dal prestito alla Casertana. Le ultime settimane di mercato saranno, invece, utili per capire se l’Empoli riuscirà a trattenere un altro suo talento: Elseid Hysaj, giovane e talentuoso terzino, che fa gola a club di Serie A come Torino e Lazio.

Decisamente scoppiettante la campagna acquisti della Juve Stabia, che in porta, visto l’addio di Andrea Seculin, girato dal Chievo Verona all’Avellino, potrà contare sul promettente Laurentiu Branescu, scuola Juventus, e il collega Sergio Viotti, arrivato dal Chievo Verona, club con il quale sono state portate a termine le operazioni per l’arrivo  a titolo temporaneo con diritto di riscatto e controriscatto della metà dell’attaccante Alì Sowe e del centrocampista N’Diaye Djiby. Dai club di Serie A sono arrivati altri giovani interessanti, come il laterale difensivo Francesco Zampano, in prestito dall’Hellas Verona, l’attaccante Abou Diop, a titolo temporaneo dal Torino, e Luigi Vitale, esterno ceduto dal Napoli a titolo temporaneo con diritto di riscatto sulla metà del cartellino, che nella passata stagione ha ben figurato con la Ternana. Sono, invece, tornati Sergiu Suciu, centrocampista del Torino che ha disputato con la Juve Stabia la seconda parte della stagione, e Andrea Doninelli, acquistato in comproprietà dal Genoa. La linea difensiva di mister Braglia è stata rinforzata anche con Francesco Di Nunzio, dal Sorrento, e Simone Ciancio, dalla Cittadella, club da cui è arrivato anche l’attaccante Samuel Di Carmine. Ceduti, invece, Gennaro Scognamiglio, Luigi Rizzo e Antonio Zito rispettivamente a Parma, Juventus e Ternana. Mercato chiuso? Macché: la Juve Stabia è sulle tracce di Soma Novothny, attaccante di proprietà del Napoli che verrebbe girato volentieri in prestito; con il Brescia, invece, si lavora ad uno scambio tra Giuseppe Figliomeni e Gianluca Freddi.

Il primo colpo della Virtus Lanciano è stata la conferma di Antonio Piccolo, acquistato in comproprietà dal Livorno, ma sono molte le operazioni di mercato messe a segno dal club abruzzese: è stato confermato anche il portiere Luigi Sepe, preso dal Napoli in prestito con diritto di riscatto e controriscatto, la difesa è stata rinforzata con Giuseppe Nicolao, in prestito dal Napoli, mentre dall’Hellas Verona è arrivato in prestito il centrocampista Filippo De Col. La linea mediana, però, può contare ancora su Fabrizio Paghera, tornato dal Brescia, da cui è stato acquisto metà cartellino, Nadir Minotti, tornato dall’Atalanta in prestito con diritto di riscatto e contro-riscatto, e su Simone Calvano, centrocampista acquisito in prestito con diritto di riscatto dall’Hellas Verona. Per l’attacco, invece, è tornato Diego Falcinelli, in prestito dal Sassuolo con diritto di riscatto della metà e controriscatto, e gli esterni offensivi Gianmarco De Feo, Leonardo Gatto e Mame Thiam, rispettivamente da Milan, Atalanta e Inter. Alla Juventus sono tornati, invece, il portiere Nicola Leali, girato allo Spezia, e Leonardo Spinazzola, richiesto nuovamente.

Inevitabile rinnovamento per il neopromosso Latina, che dovrà lottare nella prossima stagione per la permanenza nella serie cadetta: il primo colpo è stato Dario Maltese, centrocampista acquistato dal Palermo con la formula della comproprietà. Stravolta la linea difensiva di mister Auteri con gli inserimenti del portiere Alessandro Iacobucci, dallo Spezia con la formula del prestito con diritto di riscatto e controriscatto da parte della società che detiene i diritti del giocatore, Masahudu Alhassan, laterale ed esterno di centrocampo, in prestito dall’Udinese, Andrea Esposito, svincolatosi dal Lecce, Marco Baldan, cresciuto nelle giovanili del Milan e preso dalla Nocerina con la formula del prestito con diritto di riscatto della metà, Stefan Ristovski e Riccardo Brosco rispettivamente in prestito secco e prestito con diritto di riscatto della metà dal Parma, Gianluca Di Chiara, ceduto dal Palermo in prestito con diritto d’opzione e contro-opzione. Il centrocampo è stato puntellato, invece, con Alessandro Bruno, che ha lasciato la Nocerina dopo tre stagioni, mentre le corsie esterne con Cosimo Chiricò, in prestito dal Parma, Juri Cisotti, dal Chievo Verona con la formula del prestito con diritto di riscatto e controriscatto. Per l’attacco preso Maikol Negro in comproprietà con la Nocerina, ma il grande colpo potrebbe essere in porta con Wojciech Pawlowski, estremo difensore polacco in arrivo in prestito dall’Udinese.

Le grandi ambizioni del Modena, che vuole tornare a calcare i campi della Serie A, hanno condizionato la campagna acquisti: è stato preso, ad esempio, Carlo Pinsoglio, promettente portiere scuola Juventus, arrivato in prestito dal Vicenza, a cui è stato ceduto a titolo definitivo il portiere Angelo Di Stasio. Direttamente dai bianconeri, a cui è stato lasciato Nazzareno Belfasti, è arrivato un altro portiere talentuoso, Marco Costantino. Per la difesa sono stati presi Gianni Manfrin, arrivato in comproprietà dal Chievo Verona in cambio di Simone Aldrovandi, Luca Calapai, tra i migliori del Barletta nell’ultima stagione, arrivato in comproprietà dal Catania, e Agostino Garofalo, dal Siena in prestito con diritto di riscatto. Più volti nuovi, invece, a centrocampo: presi gli esterni Juan Ignacio Surraco a titolo definitivo dall’Udinese, Salvatore Molina, preso in prestito con diritto di comproprietà e contro-opzione dall’Atalanta dopo la buona stagione al Barletta, Luca Rizzo, preso dalla Sampdoria con diritto di opzione e contropzione della compartecipazione, il fantasista Andrea Mazzarani, in comproprietà dall’Udinese, mentre è stata riscattata dalla Sampdoria la metà del cartellino di Francesco Signori. Infine, per quanto riguarda l’attacco, è stato riscattato Michele Trombetta dal Progresso, preso Doudou Mangni, arrivato dall’Atalanta con la formula del prestito con opzione di compartecipazione e contro opzione, e Nicolò Belloni, in comproprietà dall’Inter. Il mercato del club emiliano, però, è destinato a registrare ulteriori botti: potrebbe tornare il bomber Matteo Ardemagni, così come potrebbe arrivare Salifu dalla Fiorentina, ma vengono monitorati anche Bacinovic, in uscita dal Palermo, sebbene il sogno resti Leonardo Pavoletti del Sassuolo.

A domani con la terza e penultima tappa del viaggio nel calciomercato della serie cadetta.