Serie B: il punto sulle idee ed i colpi di calciomercato (terza parte)

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

Terza tappa del viaggio nel calciomercato della Serie B

CALCIOMERCATO SERIE B – La redazione di CalcioNews24 oggi vi espone le principali idee di mercato ed operazioni di Novara, PadovaPalermoPescara e RegginaTi sei perso la seconda parte? Puoi riprendere il viaggio di mercato da qui.

Al di là della risoluzione contrattuale con Attilio Tesser, che non ha inciso in alcun modo, dato che la squadra è affidata alle cure di mister Aglietti, le novità non sono molte per il Novara: dalla Primavera è stato promosso il portiere Lorenzo Montipò, mentre la difesa è stata rinforzata con i centrali Ioannis Potouridis e Daniele Mori, presi rispettivamente a titolo definitivo dall’Olympiacos ed in prestito dall’Udinese, ed i terzini Simone Salviato, a titolo definitivo dal Livorno, dove è stato protagonista della scalata in Serie A, e Valerio Nava, uno dei più cercati in Serie B, arrivato in prestito con diritto di riscatto dall’Atalanta. La grande novità a centrocampo, che ha perso il talentuoso Bruno Fernandes, ceduto in comproprietà all’Udinese, è Georgios Katidis, salito alla ribalta per il saluto romano ai tifosi dell’AEK, che gli costò la sospensione fino al termine della scorsa stagione, ma noto per essere un giovane di ottima prospettiva; in attacco, invece, è arrivato in prestito dal Milan la promessa Gianmario Comi, entrato nel giro della Nazionale Under21. Nonostante Aglietti debba fare a meno per questa stagione di talenti come Bardi, Seferovic e il sopracitato Fernandes, le aspettative per la prossima stagione restano immutate: il Novara dovrà ripetersi ancora ad alti livelli e provare a migliorare il quinto posto della scorsa stagione.

C’è voglia di rivalsa, invece, in casa Padova, dove il patron Penocchio sta allestendo una squadra importante. Al di là del sogno, al momento irrealizzabile, di riportare in biancorosso Alessandro Del Piero, il club veneto si è mosso attentamente sul mercato: dall’Atalanta è arrivato in prestito con diritto di riscatto e controriscatto il portiere Simone Colombi, mentre la difesa è stata rinforzare con gli inserimenti dell’esperto Fabiano Santacroce, in prestito dal Parma, del talentuoso Simone Benedetti, a titolo temporaneo con diritto di riscatto e contro riscatto dall’Inter, ed il terzino Vedran Celjak, in prestito con diritto di riscatto dalla Sampdoria. La linea mediana, invece, potrà contare su Gianluca Musacci, arrivato a titolo temporaneo dal Parma, da cui sono arrivati gli esterni Francesco Modesto e Ampuero. Colpo importanti, però, anche in attacco: Camilo Ciano, dal Napoli con diritto di riscatto e controriscatto, Federico Melchiorri, a titolo definitivo dalla Maceratese, e Cristian Pasquato, in prestito dall’Udinese, mentre è stato acquistato dalla Juve Stabia l’intero cartellino di Jerry Mbakogu.

Regina del mercato della serie cadetta è senza ombra di dubbi il Palermo, la principale candidata alla promozione in Serie A. Praticamente un obbligo per la squadra di Gennaro Gattuso, considerando anche la squadra che gli è stata messa a disposizione, nonostante gli addii di giocatori del calibro di Fabrizio Miccoli (Lecce), Josip Ilicic (Fiorentina), Massimo Donati (Hellas Verona), Jasmin Kurtic (Sassuolo). Da definire ancora le situazioni di Samir Ujkani, Emiliano Viviano e Stefano Sorrentino, tre tra i più ricercati portieri (ambiti soprattutto dai club di Serie A) in Italia, mentre in difesa sono stati aggregati Fabio Daprelà, terzino sinistro arrivato dal Brescia, e Claudio Terzi,  centrale preso dal Siena. Le principali novità si sono registrate a centrocampo, dove sono arrivati i mediani Granddi Ngoyi dal Troyes, Francesco Bolzoni dal Siena, Davide Di Gennaro dallo Spezia e gli esterni Alen Stevanovic, dal Torino in prestito con diritto di riscatto della metà, e Carlos Embalo, preso dal Grupo Desportivo de Chaves e indiziato come possibile sorpresa, e Gennaro Troianello, rientrato nell’operazione Kurtic con il Sassuolo. La permanenza di Abel Hernandez sarebbe senza dubbio un affare per il Palermo, che si sta muovendo sul mercato per rinforzare l’attacco: dopo aver preso Kyle Lafferty dal Sion, la società rosanero sta seguendo Emanuele Calaiò (Napoli), Daniele Cacia (Hellas Verona) e Matteo Ardemagni (Atalanta).

Anche il Pescara, però, ha voglia di essere protagonista nella prossima stagione ed, infatti, gli abruzzesi si candidano come principale antagonista del club siciliano: reduci dalla cocente delusione della retrocessione, come per il Palermo, il Pescara ha voglia di risalire. Rivoluzionato lo staff con Repetto al posto di Delli Carri e Pasquale Marino in panchina, il Pescara sarà una squadra insidiosa, considerando che si è rinforzata in porta con Mirko Pigliacelli, in prestito dal Parma dopo la stagione al Sassuolo, e in difesa con i centrali Raffaele Schiavi e Dario Zupari, presi rispettivamente da in prestito con diritto di riscatto dal Parma e a titolo definitivo dall’Hnk Cibalia Vinkovci. Sulle corsie laterali, invece, Andrea Rossi, in prestito dal Parma, e Paolo Frascatore, in prestito con diritto di riscatto della metà dalla Roma. Molti i volti nuovi a centrocampo, come Gianmario Piscitella, Matteo Politano e Federico Viviani arrivati dalla Roma, Giuseppe Fornito, in prestito dal Napoli con diritto di riscatto della metà e Elvis Kabashi, girato in prestito dalla Juventus. In attacco, invece, si sono registrati gli arrivi di Aniello Cutolo dal Padova e Stefano Padovan in prestito dalla Juventus. Mercato ancora aperto per grandi colpi: non si è spento l’interesse per Catellani, il sogno è Mascara, il colpaccio sarebbe Cacia, occhi puntati in uscita per Bjarnason e Capuano, che piacciono in Serie A e all’estero.

Oggi chiudiamo con la Reggina, che vuole cancellare la passata stagione ed onorare la maglia in quella del centenario: dopo aver vestito i pali del Venezia, è tornato il portiere Giovanni Zandrini; per la difesa sono stati presi il centrale Kristijan Ipsa, nel giro dell’Under21 croata e la stagione scorsa al Midtjilland, club della Serie A danese, ed i terzini Alessandro Ruggeri dal Cuneo e Sergio Contessa, che nelle ultime due stagioni ha giocato nell’Andria BAT; a centrocampo, invece, Alessandro Sbaffo, in prestito dal Chievo Verona, e l’esterno Pablo Caballero, uruguaiano preso dal Club Atletico Cerro. In attacco è stato preso il promettente Andrea Cocco dall’Hellas Verona. Manca, però, ancora qualcosa alla squadra calabrese: gli innesti di giocatori come Strasser, Casarini, Crimi e Rigoni potrebbero rinforzare in maniera sostanziosa la squadra.

A domani con la quarta e ultima tappa del viaggio nel calciomercato della serie cadetta.