Stramaccioni: «Inter? Quanti consigli da Mourinho!»

© foto www.imagephotoagency.it

L’ex allenatore nerazzurro ha affrontato diversi temi ai microfoni di “Fox Sports Italia”.

INTER STRAMACCIONI – Ospite negli studi di “Fox Sports Italia”, Andrea Stramaccioni ha parlato di calcio a 360°: «Vincere il derby è stata una grande emozione, momenti molto felici, ma ovviamente c’è qualche piccolo rimpianto. Ho bruciato le tappe, serve riflettere ad un giovane allenatore. Verratti? Ho un debole per lui, sono contento che stia convincendo Blanc, che aveva altre priorità. Spero che diventi un punto fermo del Paris St Germain. Barcellona? Martino vuole portare idee alternative, la grande novità è che sta rispolverando la forza nel recuperare la palla in attacco, ma rimane ancora qualcosa su cui lavorare. Martino ora imposta le marcature a uomo, ma c’è ancora fatica sul contrasto fisico. Bale? Gli servirà del tempo, sarà il giocatore più libero del Real Madrid, da tempo non gioca più largo sulla destra. Ho visto lavorare Carlo Ancelotti negli Stati Uniti, mi ha colpito la sua abilità nel gestire le situazioni e la tranquillità nel trasmettere le idee», ha dichiarato l’ex allenatore dell’Inter, che ha risposto ad una raffica di domande:

«Da uno come Mourinho c’è tanto da imparare, specie per me che sono giovane. Non mi sono confrontato con lui, ma mi piacerebbe. Quando sono arrivato all’Inter mi ha riempito di consiglio, è stato un bel gesto per me e la sua Inter. Ho un ottimo rapporto con Andrè Villas-Boas, che ha avuto la possibilità di mettersi in mostra in un ambiente ideale, il Tottenham, dopo l’esonero dal Chelsea. Spalletti? Ho provato a studiare da lui, si è messo subito a mia disposizione tra consigli e rimproveri, ho un bellissimo rapporto con lui. Coutinho? La Premier è il regno delle ali, in Italia non è così, quindi gli ho detto di cogliere al volo l’opportunità Liverpool, perché il calcio inglese è perfetto per lui. Se ho rifiutato l’Under 21? Passo».