Empoli, Bellusci: «Con la Lazio non firmo per il pareggio»

Bellusci empoli
© foto www.imagephotoagency.it

La conferenza di Giuseppe Bellusci, difensore dell’Empoli, in avvicinamento alla sfida di campionato contro la Lazio

La sconfitta con l’Inter ormai stata lasciata alle spalle, in casa Empoli si pensa solo alla sfida con la Lazio di sabato sera al Castellani. Una gara che rivedrà al centro della difesa Giuseppe Bellusci, fermo per squalifica contro i nerazzurri. «E’ vero, ho preso qualche cartellino giallo di troppo. Anzi, direi che il numero è inquietante. Però io quando scendo in campo non voglio fare calcoli, non voglio modificare il mio atteggiamento, il mio modo di giocare. Sicuramente questo è un aspetto che dovrò migliorare ma senza snaturarmi». Magari proprio dalla prossima partita: «La stiamo preparando da Empoli, come facciamo sempre. Abbiamo il nostro modo di giocare, la nostra identità e non la modifichiamo in base agli avversari. Noi dobbiamo scendere in campo mettendo tutte le nostre qualità, quando non lo abbiamo fatto abbiamo rischiato delle figuracce. Contro la Lazio comunque non firmo per il pareggio», questo il giudizio iniziale del difensore azzurro in conferenza stampa.

IL MOMENTO DELL’EMPOLI – Il centrale della squadra allenata da Martusciello ha poi analizzato la sconfitta di San Siro contro l’Inter: «Ho visto un buon Empoli, abbiamo affrontato una delle squadre più forti del campionato, sicuramente tra le prime tre al momento, ma nonostante il 2-0 ci sono state delle occasioni che potevamo forse sfruttare meglio. La prestazione ci fa capire che il nostro livello di attenzione deve essere quello e non quello ad esempio della sfida con il Crotone». Poi un commento personale sul momento del suo Empoli: «In casa rendiamo di più? E’ vero e non credo sia una casualità. Per atteggiamento partiamo in maniera più decisa, anche grazie all’aiuto del nostro pubblico. Direi che durante le gare che disputiamo al Castellani riusciamo a gestire meglio i momenti di difficoltà che ci sono durante ogni partita; fuori casa, invece, dobbiamo migliorare su questo aspetto, provando magari ad avere maggiore concentrazione», ha proseguito l’ex Catania.

L’OBIETTIVO DI BELLUSCI – Bellusci non vuole proprio sentir parlare di un Empoli ormai salvo: «Oggi siamo a +8, è vero. Però magari se si sbaglia qualche partita rischiamo di ritrovarci a +3. I giochi non sono chiusi, il calcio è pieno di sorprese. Noi dobbiamo solo guardare a noi stessi, senza fare calcoli ma vivendo alla giornata e dando il massimo in allenamento. Dobbiamo continuare con impegno e dedizione senza abbassare la concentrazione. Io voglio salvarmi con l’Empoli e farlo non da quartultimo: così facendo rischierebbe di passare il messaggio che sono state le altre tre squadra ad andare piano e non voglio che sia così». Infine una battuta su El Kaddouri: «E’ fenomenale, può fare la differenza in maniera netta. Può essere una delle sorprese del finale di campionato».