Cagliari – Sampdoria, 2-2: Agazzi getta alle ortiche la vittoria

© foto www.imagephotoagency.it

Rivivete con noi le emozioni della partita.

SERIE A CAGLIARI SAMPDORIA SINTESI – E’ appena terminato uno dei due anticipi della quarta giornata della Serie A 2013/14. Grande rammarico per il Cagliari, che ha visto sfumare la posta in palio per due clamorosi errori di Agazzi. Prova di carattere della Sampdoria, che nel secondo tempo con opportunismo e fortuna ha riacciuffato il pareggio.

PRIMO TEMPO – Dopo 38 secondi prima occasione della partita con Obiang, che ha calciato con l’interno collo, ma la palla è finita fuori di poco. Si apre poi una fase di studio nella quale è il Cagliari a gestire la manovra e a proporsi in avanti, ma con il passare dei minuti i sardi alzano il ritmo e pressano nella propria metà campo la Sampdoria, che non riesce ad arginare il giro palla rossoblù, caratterizzato da repentini inserimenti tra le linee di Perico, Cossu e Conti. Buona intesa tra Pinilla e Sau: il primo al 17’ serve il compagno di squadra, che stoppa bene, si gira verso la porta e calcia di prima intenzione, ma la conclusione finisce fuori. Al 21’, invece, si affaccia la squadra blucerchiata in avanti, ma il tiro di Gavazzi dalla distanza finisce alto sopra la traversa. In una frazione di gioco caratterizzata da ritmi blandi arriva il gol al 26’ di Ekdal, che triangola con Pinilla, taglia la retroguardia blucerchiata centralmente, arriva in area di rigore e batte da Costa, portando in vantaggio il Cagliari. Errore grave del guardalinee Manganelli, che ha visto la posizione di fuorigioco di Wszolek, che ha battuto a rete dopo il tiro sbagliato di Gavazzi: rete annullata alla Sampdoria al 36’. Ci riprova dopo due minuti da fuori area Obiang, ma oggi non riesce ad inquadrare la porta. Al 43’ è Gastaldello a provarci: corner battuto da Palombo e colpo di testa del difensore, che non riesce ad indirizzarla bene.

SECONDO TEMPO – Nella ripresa la gara sembra più equilibrata: la Sampdoria mostra più intraprendenza, il Cagliari continua sulla falsariga del primo tempo. Al 13’ un piccolo brivido per Agazzi, perché Pozzi riesce a colpire di testa la palla, che per un attimo rimane in area di rigore. Al 16’ Ekdal ignora Cossu, tutto solo a destra, per provare un tiro, però poco preciso ed infatti si spegne di molto a lato. Ancora Gastaldello di testa al 19’ di testa su suggerimento di Sansone da calcio d’angolo. Al 24’ ci prova Nainggolan da fuori area: il tiro deviato da Obiang viene bloccato da Da Costa. Al 30’ prima Pinilla con un bel tiro, poi Ibrahimi con un cross dalla sinistra provano a mettere in difficoltà la squadra ligure, che tiene bene. Al 33’ Gabbiadini in veste di uomo assist serve bene Pozzi, che gira la palla di testa, ma senza impensierire Agazzi. Brilla De Silvestri, che al 39’ serve un’altra palla preziosa: arriva a Sansone che prova il tiro di prima, ma la conclusione è da dimenticare. La partita si accende negli ultimi minuti: prima una papera di Agazzi al 44’ regala la rete del pareggio a Gabbadini, poi quando la partita sembrava concludersi verso il clamoroso pareggio arriva la rete al 90’ di Conti su calcio di punizione. Alla fine è De Silvestri a chiudere i conti, ma è Agazzi a regalare l’urlo liberatorio ed il pareggio ai blucerchiati.