Connettiti con noi

Hanno Detto

Conferenza stampa Pioli: «Testa solo al Cagliari. Ronaldo? Addio inaspettato ma…»

Pubblicato

su

Conferenza stampa Pioli: le parole del tecnico rossonero alla vigilia della sfida interna contro il Cagliari

CAGLIARI – «Pensare a questo impegno oggi è una priorità. L’obiettivo è iniziare bene questo campionato. A Genova abbiamo fatto bene, ora il Cagliari che è una squadra difficile. Sappiamo le nostre possibilità».

GRUPPO – «Ciò che mi stimola è la volontà di migliorare dei miei giocatori. Ogni partita ci dà spunti per crescere e lavorare. Sono tante le situazioni in cui possiamo migliorare, tipo capire i momenti della gara per accelerare o rallentare».

RONALDO – «Addio inaspettato, ma non penso che cambino le gerarchie. Ci sono sette squadre molto forti che lotteranno fino alla fine».

ESTATE – «In questa estate siamo cresciuti in consapevolezza, abbiamo presente le nostre qualità e il modo di giocare. L’importante è scendere in campo con idee chiare e non lasciarsi condizionare dalle difficoltà che ci saranno sempre. Non sarà semplice superare il Cagliari, ma dobbiamo giocare con intensità e qualità per tutta la gara».

ENTUSIASMO – «Noi dobbiamo avere entusiasmo sempre, in allenamento e in ogni singola partita. Dobbiamo essere fluidi ed emozionarci per come giochiamo e cosa diamo ai tifosi. Quello che pensano i nostri avversari non lo so, ma sicuramente siamo cresciuti. Non siamo più una sorpresa, ma dobbiamo confermarci».

KESSIE – «Ora siamo concentrati solo sulla partita. Per tutto ciò che riguarda mercato e rinnovi c’è tempo e non ci riguarda».

PELLEGRI – «Sta abbastanza bene, ma non sarà convocato perché non è ancora al meglio. Valuteremo su come lavorare con lui per renderlo disponibile, mi auguro di averlo in gruppo dopo la sosta».

TIFOSI – «La magia dell’anno scorso è che pur senza i tifosi presenti, li sentivamo con noi. È stato bellissimo già a Genova, lo sarà ancora di più domani a San Siro. Dobbiamo mantenere questa compattezza coi tifosi».

SAN SIRO – «I numeri della passata stagione han parlato chiaro, il nostro obiettivo è fare meglio in casa anche perché difficilmente riusciremo a fare tanto bene in trasferta come l’anno scorso».