Fiorentina dignitosa sconfitta a Milano da un rigore. Le pagelle

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

A differenza delle due sconfitte precedenti, stavolta è una buona Fiorentina, quella di San Siro contro il Milan, dove i rossoneri attaccano per buona parte della partita, ma danno l’impressione di non esser in grado di sbloccare il risultato, neanche se la partita durasse due giorni. E allora ci pensa un rigore a decidere il match, e soprattutto l’intervento di Kroldrup a forbice su una palla innocua in area piccola, sulla quale il danese era prima in anticipo, ha poi cincischiato, terminando infine l’azione con un intervento sconsiderato, senza alcuna ragione possibile a giustificarlo.
Fiorentina viva, che ha cercato nei pochi minuti rimasti dopo il rigore di Ronaldinho, anche a pareggiare. Il brasiliano, senza dubbio, risulta il migliore in campo.
Una chiosa sul prossimo calciomercato: ci si pensi bene prima di vendere Frey e Vargas.


Pagelle

Frey 6.5 “? Due grandi parate.
De Silvestri 5+ “? Discreto primo tempo, soprattutto in fase offensiva, dove corre tantissimo. Ripresa col freno a mano tirato per l’ammonizione che gli grava sulle spalle e per l’andamento della partita. In difficoltà  con Ronaldinho.
Natali 6 + “? Ordinato e puntuale.
Kroldrup 4,5 “? Partita più che sufficiente, fino all’intervento folle in area piccola.
Gobbi 6,5 “? Molto attento in fase difensiva. Con le buone o con le cattive ferma Huntelaar in ogni occasione.
Marchionni 5+ “? Sembra già  in vacanza.
Bolatti 6+ “? Finalmente intraprendente, si batte nelle due fasi.
Montolivo 6+ “? Cuore di capitano, molto buono sia in fase di interdizione che in quella di proposizione, fino al 94′. Peccato per le conclusioni a rete, sempre molto deludenti.
C. Zanetti 6 + “? Appesantito, una condizione fisica che non è un granchè, ma lotta su ogni palla, costruisce e dove non arriva con la condizione atletica, sopperisce con l’esperienza.
Jovetic 5,5 “? Quando sente un dolorino, corre subito a chiedere il cambio, non preoccupandosi quasi nemmeno di far terminare l’azione. Qualche buon numero durante il match, ma in maniera discontinua.
Gilardino 5,5 “? Si ritrova ancora una volta a fare reparto da solo, si batte su ogni pallone, ma con poca lucidità . Troppo stanco per i Mondiali?
Vargas 6+ “? Non ancora lui nelle conclusioni, anche per i suoi guai fisici, ma quando corre sul campo, si vede che è di un’altra categoria rispetto agli altri giocatori gigliati.
Ljaic 6- “? Ci mette un po’ ad entrare in partita, ma in due-tre tocchi ci ricorda il futuro radioso che lo aspetta.
Kerrison 4 “? Pare che Prandelli ha fine partita gli abbia consegnato un pallone, quello che non ha mai visto nei 22 minuti e mezzo più recupero nei quali ha giocato. Si soffre a San Siro, Zanetti ha finito la benzina: utilizzare Donadel come sostituto forse era troppo banale?