Connettiti con noi

News

Il Punto sulla B – Scatta la volata playoff, tante squadre coinvolte

Pubblicato

su

Il torneo cadetto si appresta a vivere le ultime 4 giornate, che designeranno anche le tre squadre promosse in Serie A: è bagarre in zona playoff. Il Punto sulla B

Quattro giornate alla fine del campionato cadetto e lotta promozione che si scalda sempre più. Se l’Empoli di Alessio Dionisi, che ha pareggiato 2-2 nel recupero contro il Chievo, attende solo la matematica certezza per il ritorno in Serie A, alle sue spalle è piena bagarre per aggiudicarsi il 2° posto e le posizioni che consentiranno di accedere ai playoff. Il Punto sulla B: restando in tema di promozione diretta, parte con un vantaggio importante il Lecce di Eugenio Corini, attualmente 2° con 61 punti e virtualmente ancora in corsa anche per la prima posizione (da cui dista 6 punti). I salentini dovranno tuttavia guardarsi dalla Salernitana di Fabrizio Castori, terza a quota 60, che farà di tutto per staccare il pass per ritrovare la Serie A dopo 22 anni. Ancora in corsa per la seconda piazza è teoricamente anche Monza e Venezia, attualmente quarta e quinta, ma appare obbiettivamente difficile ipotizzare un crollo verticale delle squadre che precedono.

Il regolamento, è opportuno ricordarlo, prevede che le prime due squadre in classifica salgano direttamente in Serie A, mentre le squadre dalla 3ª all’8ª classificata È più probabile dunque che subito dopo la perdente del duello fra Lecce e Salernitana, i brianzoli di Christian Brocchi e i lagunari di Paolo Zanetti siano le prime candidate a entrare nei playoff. Sono rispettivamente 55 e 53 i punti finora messi insieme dalle due formazioni.

Alle loro spalle sgomitano al 6° e al 7° posto il Cittadella di Roberto Venturato e la SPAL di Massimo Rastelli, appaiate a 50 punti, e seguite a stretto giro dal Chievo di Alfredo Aglietti, 8° con 49 e attualmente ultima squadra virtualmente qualificata agli spareggi promozioni. Ma attenzione, perché saranno importanti anche i piazzamenti, ed ecco perché queste squadre proveranno a riportarsi sotto per la terza e quarta posizione. In base al regolamento, infatti, se la 3ª e la 4ª entreranno in gioco soltanto nelle semifinali, le piazzate dalla 5ª all’8ª posizione saranno subito coinvolte nel primo turno, che vedrà sfidarsi fra loro la 5ª con l’8ª e la 6ª con la 7ª.

Al gruppo di 6 squadre che seguono le prime due in classifica, va aggiunto inoltre un gruppone di altre 7 squadre che navigano a centro graduatoria e proveranno fino all’ultimo a scalzare qualcuna delle candidate ai playoff che le precedono. La prima inseguitrice è la Reggina di Marco Baroni, autore di una seconda parte di campionato notevole, attualmente 9ª con 47 punti e distante soltanto 2 lunghezze dall’8ª posizione. Il Punto sulla B: gli amaranto possono chiaramente dire la loro nella volata finale, come del resto anche il Brescia dello spagnolo Pep Clotet e il Pisa di Luca D’Angelo, appaiate a 44, e distanti 5 lunghezze dal Chievo.

Più difficile, ma non impossibile, una rimonta di Cremonese (12ª con 43 punti), Pordenone e Vicenza (13ª e 14ª con 41) e del Frosinone, scivolato in 15ª posizione con 40 punti dopo l’esonero di Alessandro Nesta e l’arrivo di Fabio Grosso. La lotta si annuncia agguerrita, con 13 squadre pronte ad una bagarre senza esclusione di colpi per 6 posti utili a disputare i playoff e 12 punti ancora a disposizione.

Advertisement