Koeman: «Ecco perché ho rifiutato il Barcellona»

Koeman Italia
© foto www.imagephotoagency.it

Ronaldo Koeman ha parlato del problema cardiaco e del suo rifiuto al Barcellona: le parole del ct dell’Olanda

Ronald Koeman ha rivissuto gli attimi in cui ha avvertito problemi cardiaci che lo hanno costretto a un ricovero urgente all’ospedale di Amsterdam: «Quasi un mese fa ho avuto molta paura, ma grazie a mia moglie Bartina, che quel giorno ha avuto la forza di reagire con determinazione e velocità, ora mi sento molto bene e sono felice di essere di nuovo in forma. La scorsa settimana ho fatto alcuni test cardiologici, per fortuna sono andati molto bene, ora posso fare qualsiasi cosa… anche il commissario tecnico».

«Futuro? Ho un contratto con la Federcalcio olandese e partecipare a un torneo importante come un Europeo per un allenatore, così come per un calciatore, è un grande stimolo. Euro 2020 è stato rinviato di un anno e al momento non voglio pensare ad altro che alla mia Olanda, sono molto felice di essere il c.t. della nazionale del mio Paese. Barcellona? Tutto il mondo sa bene che per me è un sogno poter allenare un giorno il Barça. Ne ho avuto la possibilità, ma non volevo lasciare l’Olanda, non potevo non rispettare l’accordo anche perché c’era l’Europeo da giocare, poi il Coronavirus ha cambiato tutto. Forse in futuro avrò un’altra occasione e mi piace pensare che sarà così, ma dipenderà anche da quello che riuscirò a fare nel frattempo», ha concluso Koeman.