Milan, Weah: «I cinesi? Servono soldi per i campioni»

milan montella costacurta
© foto www.imagephotoagency.it

George Weah compie 50 anni: ecco i suoi obiettivi per il futuro e il suo pensiero sull’attuale Milan

George Weah, ex attaccante del Milan e primo non europeo a vincere il pallone d’oro, oggi compie 50 anni. L’ex calciatore liberiano si è concesso in un’intervista alla Gazzetta dello Sport, dove tra i tanti argomenti affrontati, ha voluto parlare anche dell’attuale situazione del Milan: «Ho visto qualche partita, ma non è stato soddisfacente» ha spiegato Weah, che spera nell’arrivo dei cinesi: «Se possono fare una grande squadra perché no? Per i campioni servono i soldi».

LA VITA ATTUALE – L’ex attaccante è ormai lontano dal molto del calcio ed ha deciso di dedicare la propria vita al suo paese: «Ora voglio lavorare per il mio Paese, per la gente liberiana» ha affermato Weah che nel 2005 aveva anche provato a diventare il Presidente della Liberia, uscendo però sconfitto. L’ex rossonero, però ci riproverà nel 2017 anche se sembra non avere nessuna fretta: «La Liberia ha 169 anni e niente è facile neanche l’anno prossimo, quindi aspettiamo». Il pallone d’oro 1995, conclude, con un pensiero su suo figlio, che attualmente gioca nelle giovanili del Paris Saint Germain: «Spero diventi più forte di me, ringrazio Dio per avermi dato un figlio così».