Le Pagelle: Azerbaijan – Italia

© foto www.imagephotoagency.it

Brillano gli azzurri, ma c’è ancora qualche ombra in difesa

Da Baku alla Francia: l’Italia si è qualificata con un turno di anticipo agli Europei 2016. Non ha sciupato la squadra di Antonio Conte il match point: battutto l’Azerbaijan. Di seguito le valutazioni sui protagonisti, ma potete rivivere il match con la nostra sintesi.

AZERBAIJAN (4-5-1): Agayev 5.5; Dashdemirov 4.5, Medvedev 5, Sadygov 5.5, Huseynov 5; Nazarov 6.5, Amirguliyev 6, Garayev 6, Eddy 5.5, Ismayilov 6 (90’ Mirzabekov sv); Gurbanov 5.5 (74’ Erat 5).

ITALIA (4-4-2): Buffon 6, De Sciglio 6, Bonucci 5, Chiellini 5, Darmian 6.5; Candreva 7 (88’ Montolivo sv), Verratti 7, Parolo 5, El Shaarawy 6.5 (73’ Florenzi 5.5); Pellé 6, Eder 7 (78’ Giovinco 6.5).

AZERBAIJAN – IL MIGLIORE

Nazarov 6.5: il gol è la giusta ciliegina ad una prova di sostanza e qualità, sacrificio e generosità. L’attaccante del Karlsruher è sicuramente uno dei più dotati tecnicamente della sua squadra, ma non si limita a delle belle giocate: corre per tutto il campo per aiutare i compagni, si abbassa anche sulla linea del centrocampo per dar man forte e provare a trascinare in avanti la squadra. Si conferma il giocatore più interessante dell’Azerbaijan.

AZERBAIJAN – IL PEGGIORE

Dashdemirov 4.5: dover arginare Candreva è un compito di per sé particolarmente gravoso, ma si ritrova a dover provare a limitare pure Darmian, che spesso sale infatti a dar man forte al compagno di squadra. Il risultato è una serie di imprecisioni ed errori, che permettono ai due giocatori azzurri di fare il bello e cattivo tempo sulla fascia destra. Poco e mal supportato dai compagni, Dashdemirov finisce in apnea.

ITALIA – IL MIGLIORE

Eder 7: tagliente come un bisturi, l’attaccante non è però delicato come un chirurgo. Eder, infatti, squarcia la difesa dell’Azerbaijan ad ogni occasione utile. Affamato e feroce, il centravanti sblocca subito la partita, dimostrando di non aver nulla da invidiare quanto a cinismo. Sempre nel vivo del gioco azzurro, Eder però non catalizza sempre la manovra, anzi si rivela prezioso anche in fase di supporto, come quando serve deliziosamente Candreva, che poi firma l’assist per El Shaarawy.  

ITALIA – IL PEGGIORE

Bonucci 5: la ferocia che abbiamo visto nelle sgroppate di Eder non traspare affatto dai movimenti del difensore, sulle cui spalle pesa il gol del momentaneo pareggio dell’Azerbaijan. Il centrale, anziché anticipare gli avversari per toglier loro ogni chance di proporsi offensivamente, è troppo “molle”, a tratti distratto e impreciso, e infatti non si oppone a Gurbanov, che poi serve a Nazarov l’occasione per firmare il tabellino dei marcatori.

TABELLINO – AZERBAIJAN 1 – 3 ITALIA

Marcatori: 11’ Eder, 31’ Nazarov, 43’ El Shaarawy, 65’ Darmian

Ammoniti: Medvedev

Espulsi: Huseynov

AZERBAIJAN (4-5-1): Agayev; Dashdemirov, Medvedev, Sadygov, Huseynov; Nazarov, Amirguliyev, Garayev, Eddy, Ismayilov (90’ Mirzabekov); Gurbanov (74’ Erat). In panchina: A. Mammadov, Nazirov, Pashayev, Abisov, Guliyev, Sadygov, E. Mammadov, Hajiyev, Jafarov. CT: Prosinecki.

ITALIA (4-4-2): Buffon, De Sciglio, Bonucci, Chiellini, Darmian; Candreva (88’ Montolivo), Verratti, Parolo, El Shaarawy (73’ Florenzi); Pellé, Eder (78’ Giovinco). In panchina: Padelli, Sirigu, Barzagli, Santon, Soriano, Bonaventura, Bertolacci, Zaza, Quagliarella. CT: Conte.