Bayern Monaco, si aggrava la posizione di Hoeness: evasione per 350 milioni di euro?

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

In Germania parlano di un’altra bufera sul presidente del Bayern, si tratterebbe di un’evasione record

BAYERN MONACO HOENESS FISCO EVASIONE – Nuova bufera sul Bayern Monaco. Il club campione d’Europa in carica, infatti, non sta passando un momento felice: dopo la sconfitta in Supercoppa di Germania, con annesse critiche ai nuovi metodi introdotti da Pep Guardiola, il club tedesco rischia ora di vedere il proprio presidente, Uli Hoeness, al centro di una nuova bufera legata all’evasione fiscale. In passato, infatti, il numero uno dei bavaresi è stato ‘beccato’ ad evadere per circa 20 milioni di euro – e ora, per quel fatto, rischia 10 anni di carcere. Ma la posizione potrebbe aggravarsi: secondo il settimanale ‘Der Stern’, Hoeness si sarebbe reso protagonista di un’altra evasione: dal 2008 ad oggi avrebbe nascosto al fisco 350 milioni di euro. Nella vicenda, ad aggravare la situazione, sarebbero coinvolti anche tre colossi bancari elvetici: la Credit Suisse, il Banco cantonale di Zurigo e la Julius Bär. A riportarlo è ‘Tuttosport’, secondo cui Hoeness avrebbe preferito non commentare al momento: dopo il primo scandalo aveva presentato le dimissioni da presidente del Bayern Monaco, poi respinte dal consigli di amministrazione. Ma se tali accuse dovessero essere confermate, questa volta sarà difficile poterle respingere.