Bonazzoli: «La Sampdoria è il mio Real Madrid. Faccio una promessa»

Bonazzoli Sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Federico Bonazzoli racconta le tappe fondamentali della sua carriera e fa una promessa alla Sampdoria

L’attaccante della Sampdoria Federico Bonazzoli ha raccontato ai microfoni del Secolo XIX le tappe fondamentali della sua carriera: «Sono stato girato al Lanciano, al Brescia, alla Spal e dentro di me mi chiedevo come fosse possibile non riuscire più a fare le stesse cose. Poi a Padova, l’anno scorso, ho fatto un campionato di Serie B e mi sono detto “se non mi sveglio ora, è finita”. Così mi sono presentato quest’estate alla Samp come all’ultimo treno. Ora arrivo a Bogliasco un’ora prima e vado via un’ora dopo, sono quasi maniacale. La Sampdoria è il mio Real Madrid».

LEGGI L’INTERVISTA COMPLETA SU SAMPNEWS24

«A 22 anni devo ancora migliorare moltissimo, ma se avessi avuto questa testa tre anni fa, chissà, magari sarei meglio di chi sono. Ora entro nei dieci minuti finali e ho la testa giusta, mentre prima non trovavo la stessa concentrazione. Ogni giocatore fa un suo percorso personale: c’è chi le sue cose le capisce a 18 anni, chi a 22 e chi invece non le capisce mai. Magari sbaglierò un gol fatto alla prima occasione, ma l’atteggiamento non lo sbaglierò mai più. È una promessa», ha concluso l’ex Inter.