Calciomercato Serie A, il punto sulle trattative odierne

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

Il punto sulle trattative più calde del week-end

CALCIOMERCATO FOCUS SERIE A PUNTO TRATTATIVE – E’ sempre calciomercato. Passata oggi la prima decade di agosto ci si avvicina sempre di più alla fatidica data del 24-25, giorno in cui il campionato riaprirà i battenti, e le squadre impegnate potranno capire definitivamente quali tasselli inserire prima del gong finale del 2 settembre, termine ultimo per i trasferimenti di mercato estivi. Le indiscrezioni continuano a piovere, anche se col weekend gli affari tra i club tendono di norma a rallentare e ci aspettiamo un post-ferragosto rovente visto che sono ancora molte le trattative (o telenovelas) aperte.

MILAN, MAXI IDEA – Partiamo innanzitutto dal Milan: tra dieci giorni inizierà la doppia sfida con il Psv Eindhoven per il passaggio ai gironi di Champions League, obiettivo importantissimo per le finanze rossonere, ragion per cui sembra difficile un arrivo prima del playoff ma successivamente i rossoneri potranno incasellare un nuovo elemento in rosa. Le due situazioni caldissime, Honda da un lato e Ljajic dall’altro, sembrano ormai messe in stand-by: il giapponese, a meno di clamorosi colpi di scena, arriverà solamente a gennaio mentre per Ljajic, salvo un rilancio improvviso dell’offerta rossonera, le cose sembrano essersi congelate. Oggi è tornato di moda un vecchio pallino e già ex calciatore rossonero: l’attaccante Maxi Lopez, che a sorpresa ha rifiutato l’Al Nasr e potrebbe essere il puntello low cost della formazione meneghina già prima dei playoff di Champions League. Inoltre, dalla Spagna, i media hanno accostato pesantemente il talentuoso terzino De Sciglio al Real Madrid, visto che Carlo Ancelotti vorrebbe puntare su di lui per sistemare la corsia mancina dei blancos.

JUVENTUS, BLOCCO CESSIONI – In casa Juventus, invece, non si muove una foglia. Partiti col botto con i nomi di Tevez, Llorente e Ogbonna, la sola cessione di Giaccherini non è bastata a sbloccare il mercato in uscita e le conseguenti mosse in entrata. Si fatica a piazzare gli esuberi della rosa, in particolar modo nel reparto offensivo. Se Vucinic sembra aver convinto definitivamente i dirigenti bianconeri, restano ancora aperte le piste Quagliarella e Matri. Il primo, su cui la Lazio sembra essersi fatta indietro nel corso delle settimane, potrebbe raggiungere proprio un ex biancoceleste, Paolo Di Canio, al Sunderland, ritrovando così il compagno Emanuele Giaccherini. Su Matri, invece, c’è sempre il forte interesse del Napoli: le ultime parlano di una piccola distanza da limare tra le due società, visto che il Napoli si ferma a 12 milioni mentre i bianconeri chiedono 15 milioni di euro per il suo cartellino. La sensazione è che a breve qualcosa potrebbe sbloccarsi, magari con un passo avanti di entrambe le società. 

INTER, COLOMBIA DREAMINGL’Inter è tornata su Victor Ibarbo del Cagliari. Il laterale offensivo del team rossoblu è richiestissimo da molte squadre di Serie A, tra cui la Juventus, ma ancora una volta il presidentissimo Cellino ha dichiarato di non voler cedere alcun pezzo pregiato della propria rosa. Dopo l’arrivo di Rolando, difensore ex Napoli attualmente al Porto, sarà il turno di Wallace, l’esterno tanto richiesto da Walter Mazzarri. Si è invece sgonfiata la suggestione di un ritorno di Samuel Eto’o sotto il Duomo, visto che il Chelsea di Mourinho sarebbe largamente in vantaggio nella corsa al camerunense. 

THE OTHERS – A Roma il mercato sembra ormai aver poco da raccontare. I giallorossi hanno puntellato la rosa con elementi di assoluto valore che dovranno dimostrare sul campo le proprie peculiarità, ma resta da chiarire la situazione Osvaldo. L’attaccante &e