Calcioscommesse, giudici Figc: “Gianello dannoso per lo sport”

© foto www.imagephotoagency.it

CALCIOSCOMMESSE NAPOLI GIANELLO – La Corte di Giustizia Federale ha reso note oggi le motivazioni del proscioglimento di Paolo Cannavaro e Gianluca Grava, assolti in appello dopo la squalifica comminatagli per i noti fatti di calcioscommesse: ”La convinzione della Corte, maturata a seguito della scrupolosa lettura delle dichiarazioni dell’appellante è che esse non possano costituire in alcun modo prova della commissione dell’illecito alterativo, a propria volta presupposto delle incolpazioni a Grava e Cannavaro ed alla Società Napoli, rispettivamente per omessa denuncia dell’illecito contestato ed a titolo di responsabilita’ oggettiva”. Intanto Matteo Gianello, ex portiere del Napoli, è stato definito dalla stessa Corte ‘non credibile e dannoso per lo sport‘.