Castrovilli: «Commisso ambizioso, Fiorentina farà vedere grandi cose»

Castrovilli Fiorentina
© foto www.imagephotoagency.it

Gaetano Castrovilli ospite di Casa Sky Sport: ecco le dichiarazioni del giovane centrocampista della Fiorentina e della Nazionale

Questa sera Gaetano Castrovilli sarà collegato con gli studi di Sky Sport nelle vesti di ospite del format #CasaSkySport. Ecco le parole del calciatore della Fiorentina e dell’Italia di Roberto Mancini.

ARRIVO IN SERIE A«Ambientamento alla Fiorentina immediato? Devo ringraziare Montella per la fiducia dal primo ritiro. Poi anche i compagni che han creduto in me per migliorarmi ogni giorno. Salto in Serie A? Io ho sempre ascoltato i consigli di Daniele Croce. Siamo stati  compagni a Cremona mi ha detto sin da subito “Castro, allenati sempre al meglio, dai il 110% e arriverai lontano”. Non ho ancora realizzato tutto, ma ascolto sempre le sue parole e cerco sempre di migliorarmi».

IDOLI – «Ronaldinho e Kakà. Quando entro in campo cerco di essere spensierato e di divertirmi. Me lo hanno trasmesso loro quando giocavano».

IACHINI «Lui vuole che migliori tanto nella concretezza, nel fare più assist e gol. Tante volte mi fermo a fine allenamento per calciare in porta e per inquadrarla».

FIORENTINA«Ovviamente Firenze è una città bellissima e ogni tifoso è esigente. Il presidente Commisso è molto ambizioso, secondo me c’è un bellissimo progetto e la Fiorentina farà vedere grandi cose».

SOGNI«Esordio in Nazionale era un’ambizione? E’ stato il mio sogno sin da bambino. Tutt’oggi non lo realizzo. Mia mamma ha pianto quando lo ha saputo, era felicissima».

PARAGONE CON ANTOGNONI«E’ stato molto bello e anche tra virgolette molto pesante. E’ stato un giocatore fantastico. Sono fortunato ad averlo tutti i giorni al campo, mi dà tantissimi consigli. Ringrazio Montella per le bellissime parole. Spero di ripercorrere la sua stessa carriera».

RITORNO AGLI ALLENAMENTI«Dopo due mesi che sei stato fermo fai fatica, ma è bello tornare a toccare la palla e rivedere i compagni. Rapporti? Ci siamo sentiti sul gruppo della squadra. Siamo un gruppo abbastanza solare e scherzoso, ci prendiamo spesso in giro».

RIBERY «Franck e’ straordinario sia come calciatore sia come persona. E’ una persona d’oro. Nella vita penso che raramente trovi persone così. Ha vinto tutto ma ogni giorno ha voglia di migliorarsi, c’è solo da prendere esempio da lui».

GOL CONTRO IL MILAN «Non ci credevo. Da piccolo simpatizzavo per il Milan. Segnare il mio primo gol a San Siro è stata un’emozione incredibile».

EUROPEO«Ovviamente spostare di un anno l’Europeo è fondamentale per ogni giocatore giovane. Può migliorarsi e acquisire esperienza. Sono contento per Zaniolo, merita di giocarselo».

AVVERSARIO PIU’ FORTE IN SERIE A – «Scontato dire Ronaldo. Mi ha impressionato molto Boga del Sassuolo».

MIGLIORAMENTI«Devo migliorare sulla concretezza e nel non farmi saltare. A volte vado spedito sull’uomo, se spostano la palla passano».

MODELLO«Guardo spesso la Premier League. De Bruyne è un giocatore fenomenale. Abbina tecnica, concretezza, forza… Ha veramente tutto».