Catania, Spolli: “Prima pensiamo alla salvezza”

© foto www.imagephotoagency.it

CATANIA SPOLLI – Bisogna ripartire dalla prestazione messa in campo contro il Napoli, nonostante alla fine sia arrivata la sconfitta: è questo il pensiero di Nicolas Spolli, che ha le idee chiare in viste della gara contro l’Atalanta: «A Napoli secondo me abbiamo disputato una grande partita, siamo stati penalizzati solo dagli episodi. Non abbiamo mai sofferto, piuttosto abbiamo dimostrato di non avere timori reverenziali e di essere andati al San Paolo per fare il nostro gioco. A volte ci siamo riusciti, altre volte no. Di sicuro siamo rimasti vivi fino all’ultimo. Certo, resta l’amaro in bocca per quelle decisioni arbitrali che, di sicuro, non ci hanno favorito», ha dichiarato, come riportato dal Corriere dello Sport, il difensore del Catania, che ha proseguito: «La sensazione è che gli arbitri non siano stati molto d’accordo fra loro, però non ha senso guardare indietro. E’ un peccato perdere, ma la strada è quella giusta. Abbiamo dimostrato di poter metter in difficoltà qualunque squadra. Pensiamo a Bergamo. Salvezza? Mancano ancora dei punti. Però siamo ancora lì in alto. Cercheremo di raggiungere quota 42 il prima possibile, poi, quando lo faremo, cercheremo di puntare al massimo. Per i tifosi sarebbe qualcosa di storico, ma non sarà facile. Intanto, ad ogni modo, giusto pensare a noi, a fare una grande settimana di lavoro ed a fare punti a Bergamo. A tutto il resto penseremo dopo».