Champions League, girone H: Milan – Celtic Glasgow, pagelle

© foto www.imagephotoagency.it

Le pagelle della sfida del Meazza

CHAMPIONS LEAGUE MILAN CELTIC GLASGOW 2-0 PAGELLE – Questa sera il Milan è sceso in campo al Giuseppe Meazza di San Siro per la sfida contro il Celtic Glasgow, valida per il gruppo H della fase a gironi di Champions League. Di seguito vi proponiamo le pagelle della gara disputata questa sera alle ore 20:45.

MILAN:

Abbiati 6- Piccola ingenuità che per poco non costa caro, in occasione del calcio di punizione a due in area di rigore dopo il doppio tocco di mano dell’estremo difensore rossonero. 

Zaccardo 5- Potrebbe sfruttare la corsia destra con maggiore regolarità, visto che Samaras praticamente non lo segue e lo lascia ad un due contro uno con Izaguirre: il rossonero sembra capirlo col passare del tempo, ma non con qualità. Sempre impaurito quando viene puntato dagli avversari.

Mexes 7-  Il Milan traballa dietro, colpa anche del poco filtro dei centrocampisti, ma il rossonero prova a dare la scossa anche in zona offensiva. Migliore in campo dei rossoneri, mette una pezza in diverse pericolose occasioni. 

Zapata 6,5 – Stokes e Samaras sono due clienti tosti: il colombiano prova a tamponare come può, ma appare in più di una occasione impacciato quando c’è da dare una spazzata. Tuttavia, si rivela prezioso goleador siglando di sinistro la vittoria odierna nei minuti finali.

Constant 5,5 – Inizia bene la partita macinando spesso e volentieri la propria corsia di competenza: prodigioso in occasione del salvataggio sulla punizione a due in area di rigore, ma Allegri gli chiedeva più inserimenti e cross.

Nocerino 5 – Sfiora il gol con una conclusione da fuoriclassse, per il resto pochi inserimenti senza palla negli spazi lasciati liberi dagli attaccanti. Tanti passaggi sbagliati per il centrocampista, fischi per lui. 

De Jong 6- Lavoro di interdizione a centrocampo, spesso impreciso quando c’è da impostare il gioco. Recupero da centometrista per il ‘tosaerba’ olandese, salvando così il risultato dal possibile gol di Brown a tu per tu con Abbiati.

Muntari 6 – Si divora il gol del vantaggio al minuto 60 quando spara alto di testa sul delizioso tocco sotto di Zapata. Più dinamico nel secondo tempo: nel finale trova il gol del 2-0, realizzando il tap-in vincente dopo il miracolo di Forster.

Birsa 5,5 – Inizia con grande entusiasmo la gara, servendo un assist pregevole a Balotelli e sfiorando il gol con Forster in uscita. Lascia il campo nel secondo tempo stravolto per far posto ad Emanuelson

Balotelli 6,5 – Anche lui inizia accelerando, è sempre un pericolo quando punta i difensori palla al piede. La difesa scozzese è molto attenta e limita spesso le sue offensive.

Matri 6 – Intelligenza e fiuto da bomber: sfiora il gol con un colpo di testa ‘alla Inzaghi’, in anticipo sul primo palo. Ha pochi appoggi, appare troppo solo lì davanti.

Emanuelson s.v.

Robinho s.v.

Poli s.v.

 

CELTIC GLASGOW

Forster 6,5- Protagonista della prima parte di gioco, con quattro parate che dicono di no al vantaggio rossonero. Insuperabile.

Lustig 6,5 Sorpresa piacevole della serata milanese, il terzino destro è sempre una spina nel fianco quando attacca e si trova a memoria con Matthews. Prezioso anche in fase di ripiegamento. 

Van Dijk 6 Insieme ad Ambrose crea una gabbia infallibile per Matri e Balotelli, sempre attento e concentrato fino al novantesimo.

Ambrose  7 Tutt’altra prestazione rispetto a quanto visto lo scorso marzo contro la Juventus. Limita fisicamente le giocate di Matri e Balotelli, prezioso anche negli anticipi. Cartellino giallo inevitabile sull’intervento a Muntari.

Izaguirre 6 – Anche per lui tanta corsa sulla fascia: soffre un po’ in ripiegamento anche per i pochi aiuti di Samaras. Sfortunato in occasione della deviazione fatale.

Matthews 7 – Migliore in campo nel primo tempo, pericolo costante della serata e incubo per Constant che se lo vede di fronte in ogni offensiva scozzese. Sempre presente in ogni azione pericolosa del Celtic.

Brown 6,5 Tanta legna in mezzo al campo, aggressività e temperamento da leader, le sue doti migliori. Sfiora anche il gol, ma non aveva fatto i conti con De Jong.

Mulgrew 6 Passo compassato, il centrocampista non sbaglia un colpo in novanta minuti, accelerando o rallentando la manovra dei suoi.

Commons 5,5 Il meno in palla della formazione scozzese, nonostante le indiscusse qualità tecniche. Questa sera non è particolarmente a suo agio con il terreno del Meazza: tanto fumo e poco arrosto.

Samaras 6 Macchinoso in fase di palleggio, lento, ma sempre e comunque pericoloso per la formazione rossonera che ne soffre la fisicità. Applausi per l’azione personale al 50′, quando si beve due avversari e sfiora il gol con una bordata da fuori area.

Stokes 6 L’irlandese al debutto in Champions League gioca una buona partita, andando vicino al gol nel primo tempo dopo aver messo a sedere Zapata. La traversa, dopo il calcio di punizione finale, trema ancora. 

Boerrigter s.v.

Pukki s.v.

 

TABELLINO

MILAN 2-0 CELTIC GLASGOW

Marcatori: Zapata 81′, Muntari 85′

MILAN (4-3-1-2): Abbiati, Zaccardo, Zapata, Mexes, Constant (Robinho dal 75′), Nocerino, De Jong, Muntari, Birsa (Emanuelson dal 62′), Balotelli, Matri (Poli dal 86′). A disposizione: Amelia, Iotti, Cristante, Benedicic. Allenatore: Allegri.

CELTIC GLASGOW (4-4-2): Forster, Lustig, Ambrose, Van Dijk, Izaguirre, Mattews (Boerrigter dal 75′), Brown, Mulgrew (Biton dal 88′), Samaras, Commons (Pukki dal 76′), Stokes. A disposizione: Zaluska, Biton, Rogic, McGeuoch, Baldé. Allenatore: Lennon.

Ammoniti: Ambrose 65′, Mulgrew 74′, Brown.