Champions League: le italiane sono in fermento

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

Ci risiamo: dopo i canonici due mesi di letargo estivo, la Champions League è pronta a tornare per farla da padrone come grande evento calcistico europeo e non solo.

Il torneo più prestigioso e dinamico del palcoscenico del calcio continentale riapre i battenti con una serie di eliminatorie piuttosto avvincenti, alcune delle quali sono praticamente delle semifinali anticipate. Per quanto riguarda le italiane, nonostante il sorteggio non sia stato troppo benevolo, la voglia di far bene è tanta e la motivazione molto elevata.

Lo sa bene la Lazio, la quale è stata accoppiata negli ottavi di finale al Bayern Monaco, la squadra con più opzioni di vincere la competizione, se diamo un’occhiata alle quote del mercato delle scommesse sportive disponibili attualmente. I bavaresi, infatti, sono i campioni in carica della competizione e anche quest’anno hanno a disposizione una rosa di altissimo livello. Ai già affermati campioni Neuer, Kimmich, Lewandowski, Gnabry e Goretzka si è aggiunto l’estate scorsa Leroy Sané, ala tedesca che con Pep Guardiola al Manchester City è diventato devastante. Per la squadra di Simone Inzaghi la sfida è dunque di quelle quasi impossibili, ma la compagine bianco celeste, che sta vivendo un buon momento in campionato, non si tirerà indietro e proverà a competere fino all’ultimo momento. La partita di andata all’Olimpico di Roma, programmata per martedì 23 febbraio prossimo, vedrà un gran duello di attaccanti, con Ciro Immobile a sfidare Robert Lewandowski, al quale ha sottratto l’anno scorso la tanto ambita Scarpa d’oro

La Juventus, dal canto suo, è quella che ha pescato forse il rivale meno temibile, anche perché è riuscita a vincere il suo girone di qualificazione. I bianconeri sono infatti stati sorteggiati per gli ottavi con il Porto, allenato dall’ex Lazio, Parma e Inter Sergio Conceiçao. Andrea Pirlo, al suo primo anno da tecnico bianconero, dovrà comunque far attenzione ai lusitani, i quali sono abituati da molto tempo a giocare questa competizione e nonostante non stiano attraversando un gran momento in campionato hanno fatto molto bene finora in Champions. Campioni di questa competizione in due occasioni, proprio come i bianconeri, i portoghesi proveranno a fare lo sgambetto a una Vecchia Signora, la quale viene comunque da un ottimo momento dopo aver vinto la Supercoppa Italiana e aver messo la quarta in campionato, dove proverà a vincere il campionato. Il desiderio di Cristiano Ronaldo di vincere la Champions con i bianconeri potrebbe essere decisivo in questa eliminatoria.

L’Atalanta, invece, non è stata particolarmente fortunata, dato che dovrà sfidare il Real Madrid, la squadra storicamente più forte della Champions, un trofeo che ha vinto in tredici occasioni. Gli uomini di Gian Piero Gasperini, tuttavia, possono contare su un’armonia di gruppo importante e soprattutto su un calcio virtuoso che gli ha permesso di ottenere ottimi risultati negli ultimi anni, sia in Serie A sia in Europa. L’entusiasmo degli orobici sarà fondamentale per cercare l’impresa. La Champions torna a vibrare e con essa anche le squadre italiane, che vogliono recuperare il prestigio di un tempo.