Champions League, Milito piega il Cska

© foto www.imagephotoagency.it

Partita tutt’altro che semplice per i nerazzurri, contro un avversario molto tosto e che ha dimostrato di non aver alcun timore reverenziale al cospetto di una formazione di grande livello come quella di Mourinho, giocando una gara attenta e senza grosse sbavature.

Il primo tempo vede un’Inter a ritmo ridotto, anche per merito dei russi, bravissimi a chiudere tutti gli spazi. L’occasione migliore arriva al 45′, quando una grande combinazione Milito-Sneijder porta l’olandese a calciare da buona posizione, senza però trovare fortuna.

Nella ripresa le squadre si allungano, ed entrambe decidono di rischiare qualcosa in più. Le occasioni iniziano ad arrivare in serie, soprattutto per l’Inter, mentre i russi non sfruttano nel migliore dei modi i numerosi spazi che si aprono nella retroguardia nerazzurra.

Al 65′ l’Inter passa: è sempre lui, Diego Milito, attaccante straordinario. Il principe nerazzurro riceve da Sneijder al limite dell’area, e scaglia un rasoterra micidiale che non lascia nessuna possibilità  ad Akinfeev. Il Cska accusa il colpo, e offre nuove occasioni agli avversari, che però hanno un Pandev non in serata, che si divora due clamorose palle gol per chiudere il match.

I russi gettano nella mischia il fantasista Dzagoev, ma è l’Inter a creare palle gol in serie. La più clamorosa capita ancora tra i piedi di Sneijder, che tutto solo davanti ad Akinfeev sbaglia un gol fatto. Dopo aver sfiorato il raddoppio anche con un tiro da fuori di Cambiasso e poi con una sventola di Stankovic, i nerazzurri rischiano grosso quando Necid riceve una “scucchiaiata” in area e si infrange su Julio Cesar: sarebbe stata una beffa.

Finisce 1-0, e l’Inter adesso in Russia dovrà  difendere un vantaggio che per quanto visto nella ripresa sarebbe potuto essere ben più consistente. Questo Cska sembra comunque nettamente alla portata dei nerazzurri, e basterà  giocare come nel secondo tempo di stasera per accedere alla semifinale.