Chiesa, Kante, Alonso, Smalling e Nastasic: cinque colpi per cinque giorni di mercato

© foto www.imagephotoagency.it

Mancano cinque giorni alla fine del mercato e tutte le squadre vogliono chiudere con il botto: l’analisi

Cinque giorni alla fine del mercato. Cinque giorni pre concretizzare i sogni cullati da inizio settembre o rinviarli a gennaio (se non alla prossima estate) con un misto di amarezza e malinconia. Cinque giorni per cinque colpi. La Gazzetta dello Sport ha scelto cinque giocatori che in queste ore potrebbero passare da una squadra all’altra.

Chiesa Juve

Da settimane sull’uscio di Chiesa c’è anche il Milan, ma Fede ha un vecchio patto con Paratici e conta di passare ai fatti. Di fronte a tanta determinazione anche Rocco Commisso ha aperto ad un prestito, ma chiede d’incassare 60 milioni a fine percorso. Alla Juve la soluzione di 10 milioni subito con altri 30 al riscatto e altri 20 di bonus interessa solo in parte. Secondo altre campane a Torino preferiscono un prestito biennale e senza obblighi di riscatto: come per Morata. I viola sono aperti al dialogo, ma al momento a Torino non s’è acceso il semaforo verde. È «colpa» degli esuberi Douglas Costa, Khedira, De Sciglio e Rugani? In parte.

Kante-Alonso Inter

Anche in casa Inter c’è un clima di attesa. Il nome più importante è quello di Kante, l’ago della bilancia per Conte. Ma i contatti dello scorse settimane non hanno smosso Marina Granovskaia, ferma nel ritenere incedibile il francese, Solo un clamoroso colpo di scena può cambiare le carte in tavola. Tanto più che i nerazzurri non hanno centrato le cessioni indispensabili per finanziare il costoso assalto al campione del mondo. Anche per Marcos Alonso bisogna trattare con il Chelsea, ma in questo caso la lite dello spagnolo con Lampard favorisce i nerazzurri che puntano ad un prestito.

Smalling Roma

L’a.d. Fienga ieri è volato a Manchester per comunicare al club inglese che l’offerta è salita a 15 milioni, vicina ai 20 della richiesta iniziale. La Roma ha anche il gradimento del giocatore, considerato che l’Inter si sta defilando. E per invogliare lo United l’emissario giallorosso porta anche una proposta per il terzino destro portoghese Diogo Dalot. Dunque a Roma abbondano i sorrisi per questo assalto finale. Mentre da Madrid arrivano notizie meno rassicuranti per il vice-Dzeko: Zidane non vuol privarsi di Mayoral.

Nastastic Milan

Dopo i 20 milioni per la cessione di Paquetà al Lione, si aspetta il verdetto di stasera in Europa League per definire il budget per le ultime mosse. Sfumato Fofana, abbandonato il costoso Milenkovic, neanche il norvegese Ajer appare alla portata. Nessuno sviluppo con il Bologna per il giapponese Tomiyasu, valutato 25 milioni. Gazidis e il suo team manageriale non si spingono oltre i 13. Trattativa arenata, i rossoneri non vogliono spendere a casaccio in questa fase delicata. Prende quota il nazionale serbo Nastasic. Se lo Schalke 04 accetta di cederlo in prestito, l’ex viola può sorpassare a sorpresa i rivali.