Chievo, Hetemaj: “Inter? Niente è impossibile. Futuro..”

© foto www.imagephotoagency.it

CALCIOMERCATO CHIEVO VERONA HETEMAJ – Chiamato in causa in occasione del match contro la Juventus, Perparim Hetemaj ha risposto presente e non ha deluso le aspettative di mister Corini. Il calciatore finlandese, come riportato da L’Arena, ha dichiarato in merito alla propria prestazione: «Io provo a giocare sempre come mi chiede il mister e a dare tutto. Chiaro che sono molto contento quando vado in campo, il giudizio poi datelo voi. Non dobbiamo pensare a chi adesso ci sta dietro ma soltanto a noi stessi e ad arrivare il prima possibile alla quota, minima, di quaranta punti. Poi onore a chi farà bene e a chi farà più punti. Avrà meritato senz’altro di salvarsi».

Il centrocampista del Chievo Verona ha poi aggiunto: «Penso anch’io che abbiamo fatto molto bene contro la Juve. Ci sta anche di perdere ma abbiamo dato tutto, siamo contenti soprattutto del grande secondo tempo. Fare meglio non era facile, perché la Juve secondo me è la squadra più forte del campionato, ha palleggio, ha molta aggressività. È difficile giocare contro di loro, ti pressano un po’ come fa il Barcellona. In questo sono davvero molto bravi. Noi abbiamo comunque fatto la nostra partita, abbiamo sofferto all’inizio ma a un certo punto abbiamo preso la gara in mano. Dispiace perché sentivo che la squadra nella ripresa andava molto bene e tutti avevamo voglia di arrivare al pareggio. Ma loro sono stati bravi a governare il gioco e a non lasciarci grosse occasioni. Siamo usciti comunque a testa alta, è vero, e questo è molto importante».

«Inter? Ogni partita è difficile. Non dobbiamo pensare al periodo che sta attraversando l’Inter, a quello che è successo nell’ultima partita. Bisogna lavorare bene e non pensare tanto ai guai dell’Inter. Tra l’altro non ho visto l’Inter di Siena, non posso neanche dire come hanno veramente giocato. Un cosa è certa: per vincere a San Siro, o comunque per prenderci almeno un punto, dovremo fare bene tutti. Ma non c’è nulla di impossibile. Quello che conta è giocare: se il mister me lo chiede io faccio anche il terzino», ha spiegato Hetemaj, che poi ha chiosato parlando del suo futuro: «Chievo a vita? Come ho già detto altre volte non penso tanto a un futuro così lontano. Io qui sto bene ma preferisco andare avanti partita per partita, allenamento per allenamento. Niente calcoli su quello che succederà da giugno in poi. Anche perché magari pensi un po’ troppo avanti e sbagli la partita perché non sei concentrato sul momento. Che è quello che più conta».