Conferenza stampa De Zerbi: «Ilicic e Gomez campioni, lo dice il campo. Obiang out»

© foto www.imagephotoagency.it

Ecco l’intervento in conferenza stampa di Roberto De Zerbi alla vigilia di Atalanta Sassuolo: le parole del tecnico neroverde

Roberto De Zerbi ha presentato Atalanta-Sassuolo nella consueta conferenza stampa alla vigilia della sfida. Ecco le dichiarazioni dell’allenatore.

MOMENTO DIFFICILE – «Ho visto bene la squadra dopo il KO a Parma. L’esito di un momento difficile dipende da diversi fattori: la sconfitta con il Parma non è quella di Udine, la gara è stata fatta e la squadra si è preparata bene».

PROTAGONISTI – «Meglio Berardi, Boga e Caputo o Gomez, Ilicic e Zapata? I miei non li cambio con nessuno perché ho anche affetto e preferisco perdere coi miei che vincere con altri. I miei li proteggo fino alla fine e li stimolo fino alla fine. Ilicic, Gomez e Zapata sono dei campioni, quando avevano l’età di Berardi e Boga non avevano questo rendimento. Ora Ilicic e Gomez sono al pieno della loro carriera, bisogna vedere quando i nostri arriveranno nel pieno. Ilicic e Gomez sono campioni anche se non hanno la fama di esserlo perché magari non hanno giocato in grandissime squadre ma il campo dice che sono due campioni ma sono contento per i miei».

SCELTE – «Obiang non viene per un problema alla caviglia. Non si tratta di una bocciatura per Magnanelli, ho 4 centrocampisti forti e voglio recuperare Bourabia, oltretutto ha caratteristiche che lo rendono tra i più completi per giocare a due. Viene da un’estate travagliata e quelli che hanno giocato al posto suo hanno sempre fatto bene. Magnanelli ogni tanto vive dei momenti di condizione atletica non buonissima ma ora sta bene e domani è utilizzabile e può essere che giochi dall’inizio».

ATALANTA – «La Dea la nostra bestia nera? Detta così sembra che l’Atalanta stia vincendo contro il Sassuolo ma sta vincendo un po’ con tutti. Hanno una modalità di gioco differente e hanno grandi meriti, hanno un impianto di gioco, hanno un allenatore che più di tutti ha determinato questo exploit di una squadra in Champions che fa quel tipo di partita agli ottavi di finale e bisogna reputarla come una big del nostro campionato».