Connettiti con noi

Atalanta News

Conferenza stampa Spalletti: «Pagherò la multa. Ho fatto quel che non dovevo fare»

Pubblicato

su

Napoli
Ascolta la versione audio dell'articolo

Le parole in conferenza stampa di Luciano Spalletti in vista della sfida di domani sera contro l’Atalanta

Luciano Spalletti presenta la sfida contro l’Atalanta di domani sera. Così l’allenatore in conferenza stampa:

INFORTUNI«Si sceglie con quelli che rimangono. Quello che è fondamentale è stare uniti con la squadra. Abbiamo già dimostrato quanto abbiano a cuore questa maglia. Si vede sempre anche in allenamento questa voglia. Ci sarà l’occasione per chi gioca meno. Situazione per capire se vogliamo spaventarci o trovare nuove risorse per andare avanti. Dobbiamo avere ben in mente che noi siamo il mezzo per raggiungere la nostra felicità e quella dei nostri tifosi.»

ATALANTA«Cliente scomodo per sono costruiti bene. Sono una rosa forte così come la nostra. Per completezza di squadra noi siamo a posto, non ci piace dire il contrario. Ma ci sono altre meglio di noi. Loro sanno bene dove vogliono andare. Possiamo a creare loro dei problemi. Dobbiamo essere padroni della partita.»

STATO D’ANIMO«Il mio stato d’animo è sempre lo stesso. Per la squalifica faccio fatica a sopportarla perché vengo cancellato dal mio mondo, cioè dal campo. Bisogna sapersi trattenere anche quando c’è la situazione ingiusta e per questo sarò io che dovrò pagare la multa ai miei ragazzi così come quando io la chiedo a loro quando sbagliano.»

DEMME-POLITANO«Vanno fatte delle valutazioni. Non vorrei dare ulteriori notizie agli avversari ma Gasperini è già bravo e ha già molte notizie, quindi questo lo tengo per me.»

EFFETTO STADIO MARADONA«Lo stadio diventa fondamentale. Pieno può dare un contributo importante nelle partite. Ho parlato qualche volta con De Laurentis e lui è molto disponibile. Quando si vive lo stadio bisogna comportarsi bene. Luogo importante e serve andare a prendere quelle cose che ci fanno divertire, che ci danno la possibilità di avere un sostegno da tutti e concederlo a tutti. In società stanno lavorando anche per questo.»

JUAN JESUS«Lo conosco da diverso tempo e non sarà un problema per lui sostituire Koulibaly. Si è fatto apprezzare per le qualità e la persona negli anni precedenti, tutti nel nostro mondo ne parlano bene. E poi ha esperienza, forza da vendere, conoscenze. E’ chiaro che farsi trovare pronto è quello che fa la differenza per quelli che hanno giocato meno. Ha tutte le caratteristiche per svolgere i compiti in maniera precisa.»

MERTENS«Domani è il capitano, per cui è quello che deve darci una mano e indicarci la strada.»

GASPERINI«Mi piace tanto, ci sono stato a cena insieme e sono andato a vederlo. E’ stato tra i primi a fare questo tipo di calcio e basta vedere in tutti questi anni dove ha portato l’Atalanta.»

CLASSIFICA«Ogni partita è un viaggio verso l’ignoto. Contro il Sassuolo abbiamo buttato via una possibilità. Quello che traspare è che si è buttata via una possibilità. Dobbiamo sapere che abbiamo fatto un buon calcio, tanti risultati e che abbiamo una discreta classifica. Qualcuno vorrebbe metterci in una posizione differente.»

SCUDETTO«L’Atalanta è una squadra che può lottare per lo Scudetto come le altre di cui parlavamo. Non mi interessa di chi è favorito. A me interessa che la squadra provi a vincere la partita perché ne sono capaci»