Ecuador, Valencia rischia l’arresto nel ritiro della nazionale

enner valencia
© foto www.imagephotoagency.it

Ecuador, mancato pagamento degli alimenti destinati a una delle figlie: questa la ragione per cui gli avvocati si sono presentati nel ritiro della nazionale e hanno chiesto l’arresto di Enner Valencia. Il ventisettenne attaccante dell’Everton rischia grosso

AVVOCATI IN RITIRO – Mentre la nazionale ecuadoregna prepara la sfida di stanotte contro il Cile, gara fondamentale per la corsa ai Mondiali di Mosca 2018, nel ritiro si presentano gli avvocati e chiedono l’arresto di Enner Valencia: il giocatore sarebbe in ritardo nel pagamento degli alimenti a una delle figlie. L’attaccante classe 1989 gioca nel calcio europeo da due stagioni, prima con la maglia del West Ham e ora con quella dell’Everton.

ARRESTO SCAMPATO – Secondo quanto riporta Marca, l’avvocato Paul Marìn ha presentato un ordine di arresto firmato dal giudice – si parla di un debito di oltre 17mila dollari – che può portare alla detenzione fino a 60 giorni. Ma il provvedimento per il momento non si è concretizzato e il giocatore resta a piede libero. Certo un inconveniente che rischia di minare la concentrazione dell’Ecuador, atteso dalla doppia sfida contro Cile e Bolivia per le qualificazioni ai prossimi mondiali. Ora starà al ct Quinteros valutare la serenità di Valencia per le gare in programma.