Connettiti con noi

Empoli News

Empoli, il ds Accardi: «Mercato funzionale per Andreazzoli. Cutrone e Pinamonti…»

Pubblicato

su

Pietro Accardi, ds dell’Empoli, ha dato un suo giudizio sul mercato azzurro in conferenza stampa: le sue parole

In conferenza stampa, il direttore sportivo dell’Empoli Pietro Accardi ha risposto alle domande dei giornalisti in merito al mercato toscano:

ANDREAZZOLI – «Le situazioni sono differenti, non appena ci siamo resi conto che avremo cambiato guida tecnica abbiamo pensato a una squadra più adatta a lui. Abbiamo cercato di mettere dentro dei calciatori funzionali».

ATTACCO – «L’Empoli è andata alla ricerca di un progetto, e il progetto parte dal manico che è Andreazzoli. Noi sappiamo il tipo di calcio che vuol proporre e siamo andati a ricercare quei giocatori con quelle caratteristiche. Questo è un ambiente che sa sostenere e proteggere i giocatori, anche quando sbagliano».

STOJANOVIC E CUTRONE –
«Petar lo seguivamo da tempo, già tre anni avevo provato a portarlo a Empoli. La trattativa è nata da una chiacchierata col prucuratore e alla fine siamo riusciti a centrare questo obiettivo. Anche per Patrick è nata parlando col procuratore, lui ci aveva proposto un altro. Il ragazzo, quando ha saputo che c’era l’Empoli su di lui, ha accettato con grande entusiasmo. Per venire qui, e non è stato l’unico, mi piace sottolinearlo, si è messo in discussione e ha rinunciato a un suo compenso che gli spettava. Chi sono gli altri? Non ho problemi a dirlo, anzi lo sottolineo con piacere: Luperto, Di Francesco e Zurkowski».

TONELLI –
«Abbiamo fatto una valutazione strada facendo con il mister e volevamo inserire nel reparto arretrato qualcuno esperto che conoscesse già l’ambiente. Per noi Lorenzo è fondamentale, può trasmettere che significa vestire la maglia dell’Empoli».

PORTIERI – «Intanto l’Empoli vive di scommesse, ma a noi piacciono. Abbiamo ricercato dei giocatori che rispecchiassero l’idea di calcio di Andreazzoli. Volevamo due portieri forti, tenendo anche Brignoli. Poi c’è stata un’opportunità per il ragazzo che ha voluto cogliere e l’Empoli l’ha accontentato».

PINAMONTI –  «Di Pinamonti se ne sono dette tante, in realtà ha dato subito l’ok per venire. Poi in quel momento l’Inter aveva delle esigenze e ce lo ha dato dopo».

GIUDIZIO – «Per tutti è stato un mercato difficile, abbiamo dovuto attingere ad altre risorse perché il covid ha portato meno ricavi. Per me, devo essere sincero, è stato molto stimolante».