Esclusiva – Dincer (giornalista Milliyet): «Galatasaray in crisi, dubbi su Mancini. La Juventus qui è rispettata»

© foto www.imagephotoagency.it

Abbiamo chiesto ad un esperto di calcio turco che momento vivono i prossimi avversari della Juventus

ESCLUSIVA JUVENTUS GALATASARAY – Per la seconda partita del suo girone di Champions League, la Juventus affronterà in casa il Galatasaray. I turchi non vivono un gran momento: esonerato Fatih Terim, si vocifera di un possibile arrivo in panchina di Roberto Mancini. Al di là di questo, tuttavia, la squadra Istanbul è al centro di molte discussioni: dai soldi spesi per Sneijder e Drogba, fino alle gesta di Felipe Melo, l’ex juventino che recentemente ha scatenato una vera e propria corrida in campo provocando i tifosi del Besiktas nel corso di una partita di campionato. 

L’INTERVISTA – Per parlare di tutti questi argomenti ed altro ancora abbiamo contattato Kadironur Dincer, giornalista di “Milliyet”, il giornale più importante della Turchia, ed esperto per l’appunto di calcio turco. 

Ciao Onur! Quali sono le principali ragioni di questo difficile avvio di campionato da parte del Galatasaray? E come hanno reagito i tifosi della squadra a tutto questo? 

«La ragione principale è stata la situazione di Fatih Terim quando è stato nominato c. t. della Turchia: a quel punto si è ritrovato a gestire due squadre contemporaneamente. C’è anche il fatto che il Galatasaray ha segnato poco: ha creato molto, ma non è riuscito a concretizzare. Infine Yilmaz, che non è più lo stesso giocatore della scorsa stagione. Di per sè i fan non hanno reagito male al difficile inizio di stagione della squadra, ma hanno preso male l’addio di Terim». 

Terim appunto, che è stato licenziato da allenatore del Galatasaray e che potrebbe essere sostituito da Mancini. Cosa pensi di questo avvicendamento? L’allenatore italiano potrebbe essere la persona giusta per guidare la squadra? (Al momento dell’intervista, l’ingaggio di Mancini non era ancora ufficiale)

«Terim è l’allenatore più vincente del Galatasaray, perchè conosce il club ed i giocatori: è un ottimo tattico ed anche un buon maestro di calcio. Penso che anche Mancini sia un buon allenatore, come Terim, ma in Turchia troverà una cultura diversa e può darsi che avrà bisogno di tempo per adattarsi. Sono anche preoccupato per il fatto che Mancini in passato ha avuto problemi con giocatori come Balotelli e Tevez e nel Galatasaray ci sono diversi fuoriclasse. Se potrà riuscire a gestirli? Me lo chiedo anch’io!». 

La partita contro la Juventus potrebbe determinare il futuro del Galatasaray in Champions League. Se la squadra dovesse perdere contro i bianconeri, l’avventura europea potrebbe dirsi già compromessa? 

«Io non credo che questa partita determinerà il futuro del Galatasaray per questa stagione, perchè l’anno scorso il Galatasaray non vinse una sola partita delle prime quattro del girone, ma alla fine riuscì a qualificarsi e ad eliminare lo Schalke 04. I “Cimbom” non mollano mai!».

Quale giocatore della Juventus pensi che il Galatasaray debba temere più di tutti?

«Naturalmente Pirlo, ma non sono sicuro che giocherà. Vidal, che vive un gran momento di forma, ma anche Buffon, che è uno dei migliori portieri al mondo». 

Come ha reagito Yilmaz dopo il trasferimento saltato alla Lazio? Pensi che potrebbe andare via a gennaio? 

«Io credo che ci sia rimasto male per questa cosa, quest’anno non è in forma e penso che questa possa essere una buona notizia per la Juventus, perchè Yilmaz, quando sta bene, è un grosso pericolo lì davanti. Penso che a gennaio possa andare via, se la Lazio ci proverà».

Cosa pensano i tifosi turchi di Felipe Melo? Visto quanto successo contro il Besiktas, si può dire sicuramente che il suo atteggiamento sia stato un po’ sopra le righe. 

«L’atteggiamento di Felipe Melo non è stata la causa scatenante degli episodi contro il Besiktas. I tifosi lo amano perchè dà sempre tutto per la squadra, è una parte importante della formazione a centrocampo». 

Come si parla della Juventus in Turchia? Alcuni tifosi italiani pensano che sia una potenza, ma sempre in qualche modo favorita dagli episodi arbitrali…

«La Juventus in Turchia è conosciuta come una delle migliori squadre in Italia e c’è tanto rispetto per loro. Qui la gente pensa che i bianconeri siano favoriti in vista della partita, ma il Galatasaray può dire la sua in qualsiasi momento ed in qualsiasi posto, quindi non stupitevi se a vincere sarà proprio il Galatasaray, anche se penso resti comunque un’impresa difficile, vista la situazione in cui è al momento la squadra». 

Ultima domanda: novità di formazione per quanto riguarda il Galatasaray? 

«Normalmente la squadra gioca con un 4-4-2, ma adesso che Terim è andato via si dice qui in Turchia che la squadra possa giocare con una sola punta davanti, Drogba».