Frara: «Non possiamo fare bilanci»

© foto www.imagephotoagency.it

Il calciatore sulla tifoseria all’Olimpico: «Ogni tanto mi giravo per ammirarli»

Alessandro Frara, calciatore del Frosinone, è stato il protagonista della conferenza stampa odierna: «I nostri tifosi in quel di Roma sono stati fantastici e ogni tanto, dalla panchina, mi giravo ad osservarli: sembravano i tifosi della Svezia ai Mondiali, si sentivano tantissimo, ci seguono ovunque e saranno la nostra arma in più sopratutto in casa. Gruppo? I compagni mi rispettano e mi sento ancora un punto di riferimento nello spogliatoio, non giocare mai è una situazione che non mi piace molto ma ci vuole pazienza per invertire la rotta. Spero di giocare, sto lavorando per questo e sto bene fisicamente, penso si sia visto nel match contro la Juventus».

LE DICHIARAZIONI – Prosegue Frara: «La Sampdoria è una squadra importante e dovremo affrontarla secondo le nostre peculiarità, dobbiamo continuare a lavorare senza avere la soggezione degli avversari, giocando senza paura ma con la massima umiltà. I risultati arriveranno, questa squadra ha dimostrato di non temere nessuno. Non possiamo fare bilanci dopo sette partite, bisogna solo aspettare: la cosa più importante per la squadra è la salvezza e deve essere il primo obiettivo per tutti».