Gasperini: «Siamo entrati nel campionato. Gomez? Non si adattava e ho dovuto fare una scelta»

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

Gian Piero Gasperini, tecnico dell’Atalanta, ha parlato ai microfoni di Sky Sport dopo il match contro il Benevento. Le sue parole

Gian Piero Gaseprini, tecnico dell’Atalanta, ha parlato ai microfoni di Sky Sport dopo il match contro il Benevento. Le sue parole.

MATCH – «Non era semplice affrontare un avversario in fiducia e che, nel suo stadio, aveva messo in difficoltà molte squadre di un certo livello. L’Atalanta ha iniziato finalmente il suo campionato, da qualche settimana sto vedendo quello che volevo e tutti i calciatori riescono a fare la differenza anche quando entrano dalla panchina. Sono molto soddisfatto, mostriamo una condizione psicofisica importante e questo ci sarà da stimolo per il futuro»

ILICIC – «La qualità dei giocatori alza il livello delle possibilità di vincere le partite. Lui è straordinario, così come anche Toloi, Muriel…Abbiamo tante frecce e quando ci proponiamo in attacco così sappiamo di poter far male. È un bel momento per noi».

ILICIC E MURIEL – «Chi è più bravo? Uno è più bravo a destra e uno a sinistra. Josip è bravo a catalizzare il gioco d’attacco, è sempre un riferimento sotto l’aspetto tecnico. È ingeneroso valutare il più uno di qualcuno perchè stiamo bene, siamo entrati nel campionato».

CAMPIONATO – «Per noi è importante aver ritrovato tutte le nostre consapevolezze e la fiducia. Anche un po’ l’entusiasmo di giocare, scambiandoci la palla e inserendosi. È un campionato particolare questo, non so se riusciremo sempre ad esprimerci su questi livelli giocando così tanto di frequente. Ci possono essere delle giornate dove non recuperi, abbiamo una bella testa ora e questo ci aiuta. È un campionato equilibrato e molto difficile».

GOMEZ – «Non ho avuto ragion io. È stata una scelta dettata da altri fattori. Abbiamo avuto delle strisce molto importanti anche l’anno scorso con Gomez dentro. Avevo bisogno di trovare un altro tipo di squadra, perchè stavamo soffrendo e Gomez non si adattava: vedevo che il centrocampo soffriva molto e ho fatto una scelta per Freuler e De Roon, l’abbiamo sempre fatto ma non è stato più accettato».

FREULER E DE ROON – «Insostituibili? È tanto tempo che giocano insieme, ma adesso recupereremo Pasalic e Pessina ha le qualità per giocare lì. Non siamo tantissimi ma preferisco avere una rosa corta»