I trasferimenti più costosi della storia del calcio

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

La top ten dei trasferimenti più onerosi.

«Soldi, Soldi, Soldi, tanti soldi/ Beati siano soldi/ I beneamati soldi perché/ Chi ha tanti soldi vive come un pascià/ E a piedi caldi se ne sta» così cantava Ivan Cattaneo nel 1986 nella sua “Soldi soldi soldi” e proprio i soldi sono i protagonisti principali dell’approfondimento che state per leggere su Calcionews24.com.

SI VA A…2000 – Tanto il denaro, tanti i milioni di euro tirati fuori dai presidenti delle varie squadre per regalare ai propri tifosi Campioni da sogno capaci di far vincere i trofei più prestigiosi. Dall’anno 2000 in poi, il calcio ha vissuto una sorta di cambiamento epocale. I costi dei cartellini dei calciatori sono lievitati incredibilmente verso l’alto e infatti i 10 trasferimenti più costosi partono proprio dalla stagione 2000/2001. Era l’anno dei trasferimenti pazzi in Serie A, c’era ancora la Lira e il calcio italiano la faceva ancora da padrone. Cragnotti e Tanzi erano alla guida di Lazio e Parma e potevano permettersi di pagare cifre esorbitanti per acquistare grandi campioni stranieri. Proprio il presidente della Lazio nel 2000/2001 versò nelle casse del collega ducale 110 miliardi di lire (55 milioni di euro) per Hernan Crespo (9° trasferimento più costoso di sempre). Valdanito rimase alla Lazio per 2 stagioni (1° anno con 26 gol, titolo di capocannoniere e scarpa d’argento), poi i biancocelesti, a causa delle gravi vicissitudini del loro presidente furono costretti a cedere l’argentino all’Inter. Nello stesso anno nella Liga si verificò il “tradimento” di Luis Figo (6°). Il campione portoghese passò per 60 milioni di euro dal Barcellona ai rivali di sempre del Real Madrid. Erano gli anni dei Galacticos e i Blancos, con l’avvento di Florentino Perez e con la vendita della Ciudad Deportiva, la cittadella madridista, decisero di acquistare un campione all’anno. Nella stagione seguente il Real sborsò l’astronomica cifra di 150 miliardi di lire (73,5 milioni di euro) per strappare alla Juventus Zinedine Zidane (2°). I bianconeri, nello stesso anno, con i soldi incassati dalla vendita del francese rifondarono la squadra e investirono buona parte di quei soldi per acquistare il portiere della Nazionale italiana, all’epoca numero 1 del Parma: Gianluigi Buffon (10°). L‘estremo difensore della Juventus è l’unico italiano presente nella top ten ed è anche l’unico portiere in lista, gli altri infatti sono tutti giocatori di movimento che giocano dal centrocampo in su.

“CONTROTENDENZA” RONALDO – Il calcio mondiale sembra attraversare un momento economicamente florido e dopo il mondiale del 2002 vinto dal Brasile, sempre il Real Madrid di Florentino Perez mette sotto contratto il fenomeno Ronaldo. Moratti, vista la valutazione di Zidane, chiese 200 miliardi di lire ma dimezzò la richiesta per l’amicizia che lo legava al campione brasiliano e cedette Ronaldo al Real per “soli” 45 milioni di euro. Il passaggio nella Liga di Ronaldo fu quasi in controtendenza con le spese dei primi anni 2000 e tocca attendere il 2009 prima di trovare altri trasferimenti di campioni a cifre esorbitanti.

EPOPEA SPAGNOLA E PETROLDOLLARI – Nella top ten dei trasferimenti più costosi di sempre troviamo ben 3 trasferimenti avvenuti nella stagione 2009/2010.  La Serie A è sempre protagonista ma in uscita. Infatti lasciano l’Italia Zlatan Ibrahimovic (3°), che dall’Inter va al Barcellona per 69,5 milioni di euro con Samuel Eto’o, valutato attorno ai 20 milioni, che segue il tragitto inverso; Ricardo Kakà (4°), che dal Milan passa al Real Madrid sempre di Florentino Perez per 65 milioni di euro. Raggiunge la Liga spagnola, lasciando la Premier League Cristiano Ronaldo (1°) che per ben 94 milioni di euro lascia il Manchester United di Sir Alex Ferguson per il Real Madrid per comporre una coppia da sogno, almeno sulla carta, con Kakà. Il record assoluto di acquisto per un calciatore spetta, al momento, al campione portoghese. Il 2010/2011 è l’anno di Fernando Torres (7°). Il Niño, dopo aver segnato 81 gol in 142 presenze con il Liverpool saluta Anfield per trasferirsi a Londra, al Chelsea di Roman Abramovich per 58, 5 milioni di euro. Il trasferimento più oneroso avvenuto nel mercato di riparazione di gennaio è quello di Givanildo Vieira de Souza, al secolo Hulk (9°). Il calciatore brasiliano si trasferisce dal Porto allo Zenit per 55 milioni di euro. Un record per il mercato invernale. L’estate 2013/2014 è quella degli attaccanti. Due grandi bomber e un prodigio lasciano le loro squadre per raggiungere nuovi lidi. Il Barcellona si assicura per 57 milioni di euro l’astro nascente del Santos e della Nazionale brasiliana Neymar. Il talento verdeoro promette scintille nel Barça di Xavi e Iniesta ma soprattutto di Leo Messi. I due centravanti più forti in circolazione lasciano l’Italia e la Spagna per raggiungere la nuova frontiera del calcio mondiale: la Ligue 1 degli sceicchi arabi. Il Paris Saint-Germain e il Monaco infatti, grazie ai petroldollari dei loro presidenti si assicurano i due numeri 9 più forti del panorama calcistico mondiale. I parigini versano nelle casse del Napoli 64 milioni di euro per il Matador Edinson Cavani (5°), che dopo 104 gol in 138 presenze saluta i partenopei per raggiungere Parigi dove farà coppia con Zlatan Ibrahimovic. I monegaschi invece con 4 milioni di euro in meno, ovvero con 60 milioni, strappano Radamel Falcao (6°) all’Atletico Madrid.

RE RIO – Se il portiere più pagato di sempre è Gianluigi Buffon (54,5 milioni il suo valore nel 2001), il record per il trasferimento più oneroso di un difensore spetta a Rio Ferdinand. L’inglese nel 2002/2003 passò dal Leeds al Manchester United per 46 milioni di euro. Thiago Silva nel recente passato ha provato a strappargli lo scettro ma il Psg per il centrale brasiliano ha speso “solo” 42 milioni di euro.

CHI “BALE” DI PIU’? – La classifica entro settembre 2013 potrebbe subire un nuovo, pesante, aggiornamento. Gareth Bale “rischia” di superare la soglia dei 100 milioni di euro per il suo passaggio dal Tottenham al Real Madrid. Florentino Perez, che vanta già 4 acquisti nella top ten (C. Ronaldo, Zidane, Kakà e Figo), 2 ai primi 2 posti della classifica, vuole migliorare ancora e per strappare il talento gallese agli inglesi è pronto a superare ogni record. Record però che potrebbe essere infranto dallo sceicco del Psg Al-Khelaïfi che recentemente ha “minacciato” il Barcellona per la sua stella Leo Messi: «Il Barcellona proverà a pagare la clausola per liberare Thiago Silva ? Se dovesse accadere io farò lo stesso con Messi». Il presidente Rosell ha già fissato il prezzo: «Il valore dell’argentino è dato dai 250 milioni della clausola più il 56% di tasse: totale 580 milioni!». Spiccioli per lo sceicco. Alla faccia della crisi!

LA TOP 10 DEI TRASFERIMENTI PIU’ COSTOSI

1) Cristiano Ronaldo (dal Manchester United al Real Madrid nel 2009-2010) 94 milioni di euro

2) Zinedine Zidane (dalla Juventus al Real Madrid nel 2001-2002) 73,5 milioni di euro

3) Zlatan Ibrahimovic (dall’Inter al Barcellona nel 2009-2010) 69,5 milioni di euro

4) Kakà (dal Milan al Real Madrid nel 2009-2010)  65 milioni di euro

5) Edinson Cavani (dal Napoli al Paris Saint Germain nel 2013-2014) 64 milioni di euro

6) Luis Figo (dal Barcellona al Real Madrid nel 2000-2001) 60 milioni di euro

6) Radamel Falcao (dall’Atletico Madrid a Monaco nel 2013-2014) 60 milioni di euro

7) Fernando Torres (dal Liverpool al Chelsea nel 2010-2011) 58,5 milioni di euro

8) Neymar (dal Santos al Barcellona nel 2013-2014) 57 milioni di euro

9) Hernan Crespo (dal Parma alla Lazio nel 2000-2001) 55 milioni di euro

9) Hulk (Dal Porto allo Zenit nel 2012-2013) 55 milioni di euro

10) Gianluigi Buffon (Dal Parma alla Juventus nel 2001-2002) 54,5 milioni di euro