Indiscrezione – Il Napoli alla finestra di Kerimov, occhi su Lacina Traorè

© foto www.imagephotoagency.it

Il club partenopeo entra nel vivo del mercato per trovare l’attaccante che manca a Benitez

Il Napoli cerca un attaccante e di questo c’è certezza assoluta: già prima che arrivasse Gonzalo Higuain, Rafa Benitez invocava l’approdo di due attaccanti. Uno che fungesse da riferimento offensivo – è arrivato l’argentino – ed un profilo dalle caratteristiche differenti, più veloce e potente fisicamente: un identikit che ricalcasse proprio quello di Edinson Cavani.

L’OBIETTIVO PRIMARIOJackson Martinez l’oggetto dei desideri del tecnico spagnolo: devastante sotto il profilo fisico-atletico, veloce sia nello scatto iniziale che in progressione, ottima tecnica di base e fiuto del gol da bomber di razza. Ideale sia in coppia con Higuain in un ipotetico 4-4-2 che alternativa all’argentino nel 4-2-3-1 base di Benitez, adattabile nei tre dietro il riferimento offensivo – per intenderci alla Samuel Eto’o nell’Inter del Triplete targata Mourinho – con un’interpretazione  del modulo palesemente offensiva. Lo scoglio è la difficile trattativa con il Porto: l’accordo con il calciatore è stato raggiunto da tempo, il club lusitano non ha intenzione di cedere il suo gioiello se non previo riconoscimento dell’intera clausola rescissoria che pende sul contratto del colombiano, 40 milioni di euro soggetti ad un minimo sconto di 3 milioni. Da qui lo studio di nuove alternative.

LE ALTERNATIVE – Si è aperta con forza nelle ultime ore la pista che porta ad Alessandro Matri della Juventus: non sembra essere però quel prototipo di attaccante invocato da Rafa Benitez. L’ex attaccante del Cagliari può giocare esclusivamente da centravanti – e dunque da vice Higuain – e l’unica possibilità di chiudere questo affare è una modifica in corsa della strategia iniziale. Tradotto: a prescindere dai valori, Jackson Martinez e Matri sono profili di calciatori assolutamente differenti. Il calciomercato poi, è oramai storia nota, vive anche di improvvise accelerazioni, dettate da eventi esterni ad un club e non ipotizzabili in precedenza: uno di questi, nell’attuale sessione, è l’improvvisa smobilitazione annunciata dal presidente dell’Anzhi Sulejman Kerimov. Riduzione budget, ristrutturazione del club: in altre parole tutti i gioielli possono finire sul mercato a prezzi di saldo.

NAPOLI ALLA FINESTRA – Immediato in tal senso è avvenuto l’accostamento tra il club di De Laurentiis e Samuel Eto’o. Secondo quanto raccolto dalla redazione di Calcionews24.com la vicenda può assumere una piega diversa: sul camerunense sono piombati altri club che, per proprie strategie di mercato, non hanno limiti nel riconoscere ingaggi elevati anche a calciatori over30.  Eto’o guadagna 9 milioni annui netti nell’ultimo anno di contratto con il club russo, è vero che si ridurrebbe l’ingaggio fino a 5 milioni pur di far ritorno in Italia ma il Napoli, nonostante l’irresistibile tentazione, resta un po’ freddo in tale direzione. La piega diversa si chiama Lacina Traorè: classe 1990, attaccante completo che abbina una stazza fisica impressionante (203 cm) a velocità in progressione, talento e un sinistro devastante. Medie gol da giovane attaccante di primissimo rilievo: 14 gol con la maglia del Cluj ancora ventenne, poi l’esplosione in Russia al Kuban Krasnodar (18 reti in 38 presenze) e il milionario trasferimento all’Anzhi dove è andato a segno in 13 occasioni. Calciatore già accostato al club partenopeo in passato, il Napoli ora ci pensa seriamente ed attende con trepidazione gli sviluppi della vicenda Anzhi per comprendere i margini per poi intavolare una reale trattativa. Il costo del cartellino supera i 15 milioni di euro (il club di Kerimov ne ha spesi 18 per prelevarlo dal Kuban) ma non rappresenterebbe un ostacolo per le finanze della società partenopea che ha già offerto 32 milioni al Porto per Jackson Martinez. Presto per parlare di cifre anche in termini di ingaggio: la discussione potrebbe nascere a breve, quando un interesse di mercato può tramutarsi in una concreta trattativa.