Inter, Caravita (capo ultras): «Non siamo razzisti»

© foto www.imagephotoagency.it

INTER CARAVITA CURVA RAZZISMO – Ha fatto discutere la decisione del Giudice Sportivo, che ha fatto chiudere la curva Nord dell‘Inter dopo gli episodi di razzismo, in particolare i cori nei confronti di Pogba e Asamoah, avvenuti durante la sfida di sabato scorso contro la Juventus. Franco Caravita, storico capo ultras nerazzurro, ai microfoni dell’edizione online di Panorama Sport ha fatto capire che non c’è affatto una corrente razzista all’interno degli elementi che compongono la curva dell‘Inter.

NO AL RAZZISMO – «Noi non siamo assolutamente razzisti – ha esordito Caravita – , non mi sono accorto di nessun coro durante la partita, c’è stata una bolgia assurda dal primo all’ultimo minuto qui in curva. Se la curva dell’Inter è razzista? Non lo è, tante curve fanno i ‘buu’ razzisti per lanciare un messaggio, per farsi riconoscere, però non è il nostro caso. Allo stadio e in curva Nord abbiamo anche un sacco di ragazzi di colore con cui facciamo anche le trasferte, perciò ritengo che questa polemica e questa decisione non hanno senso d’esistere.»