Inter: Thohir molla i Philadelphia e “chiama” il Bakrie Group

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

Gli aggiornamenti sulla trattativa per l’ingresso dell’indonesiano nel club nerazzurro.

INTER THOHIR MORATTI – Da ambienti finanziari indonesiani circola una nuova indiscrezione riguardo l’ingresso di Erick Thohir nell’Inter: il magnate indonesiano, che acquisterà la quota di maggioranza del club nerazzurro con il socio in affari Roslan Roeslani, si affiderà al supporto del Bakrie Group, anche se circola il nome di Hashim Djojohadikusumo, fratello del candidato alla presidenza dell’Indonesia. Come riportato dal “Corriere dello Sport”, il Bakrie Group, che fa riferimento ad una delle famiglie più potenti dell’Indonesia, si occupa di giacimenti di petrolio e gas minerali, di produzione di olio di palma, di telecomunicazioni e mercato immobiliare, interessi che l’hanno legata alla famiglia Thohir. Tra gli interessi del Bakrie Group c’è anche il calcio, ma non in stile Abramovich: puntano sullo sviluppo dei giovani indonesiani. Detengono il Brisbane Roar, il Deportivo Indonesia e il Visé, che ha un budget di 2,5 milioni di euro a stagione e un management italiano, nel quale spiccano il CEO Roberto Regis Milano, ex dirigente del Torino, e il procuratore Giuseppe Accardi, che è il consulente sportivo del club belga.

Intanto Thohir per essere ancor più libero di trattare l’acquisto dell’Inter e rilanciare il club sta pensando di mettere in vendita le quota dei Philadelphia 76ers: il tycoon indonesiano ha dato mandato alla Inner Circle  di individuare possibili acquirenti delle sue quote e la ricerca è già in fase avanzata. Non è ancora chiaro se Thohir farà lo stesso anche con le sue altre attività sportive e in particolare con i Dc United, il club di Washington che ha recentemente firmato l’accordo per la costruzione di un nuovo stadio e che proprio da ora in poi potrebbe iniziare a incrementare il suo fatturato.