Inter, Mancini: «Juve? Derby e polemiche»

© foto www.imagephotoagency.it

I nerazzurri non vincono coi bianconeri a San Siro dal 2010

E’ dal 2010 che l’Inter non batte in casa, a San Siro, la Juventus: un dato che Roberto Mancini vuole ricordare prima del derby d’Italia. La sua storia con i bianconeri è fatta di scontri e presunti flirt: da giocatore prima, da allenatore poi. Dalla storia Calciopoli, di cui Mancini non vuole più sentir parlare («La mia squadra sul campo ha vinto due titoli, l’altro ce l’hanno assegnati per malefatte altrui. Per me il caso è chiuso», disse nel 2011), passando per le vittoria che eliminò i bianconeri dalla Champions League quando allenava il Galatasaray. Mancini che poteva essere anche allenatore della Juve, prima di Massimiliano Allegri, ma poi le cose sono andate in un altro modo. Bene per la Juventus, ma bene pure per lui.

INTER: MANCINI E LA JUVENTUS«Battere la Juve sarebbe un bel colpo e una cosa importante – le parole di Mancini a La Gazzetta dello Sport . Come preparerò la gara contro i bianconeri? Come sempre: è una partita storica, porta con sé motivazioni automatiche e fra l’altro negli ultimi anni questo derby d’Italia è diventato molto particolare per tutte le polemiche che si sono scatenate. Spero di avere tutti a posto, i nazionali arriveranno fra martedì e giovedì e quindi bisognerà valutare tutto per bene». Mancini spiega di credere in Adem Ljajic (che potrebbe giocare) e soprattutto in Geoffrey Kondogbia, un po’ in chiaroscuro da quando è arrivato in nerazzurro. Tutto questo è il derby d’Italia.