Jovetic avvisa la Juve: «So come farle male»

© foto www.imagephotoagency.it

L’attaccante dell’Inter: «I bianconeri sono ancora fortissimi»

«Battere la Juve sarebbe un gran segnale. Il segnale dei forti». Stevan Joveticieri è tornato a Milano, dove, da martedì, inizierà a preparare la sfida con la Juventus. Il pericolo infortunio con il Montenegro è dimenticato: in panchina per novanta minuti contro l’Austria, l’ex City si è preservato per la Vecchia Signora. «Sono ancora dispiaciuto per l’eliminazione a Euro 2016 – dice JoJo -: ci abbiamo messo tutto il cuore ma non ce l’abbiamo fatta. E siamo stati anche un po’ sfortunati». 

L’AVVERSARIO – «Se ho mai segnato alla Juventus al tempo della Fiorentina? Sì – ammette ai microfoni de La Gazzetta dello Sport  uno, lo segnai allo Stadium. Sarà una bellissima gara, anche perché loro sono sempre la Juve. Senza di me non si vince? Ma no, ma no – sorride -, è solo una coincidenza. Siamo una squadra e nessuno è più importante dell’altro. Sono situazioni che capitano, adesso cerchiamo di riprenderci. Nonn fidatevi della Juve così in basso in classifica: resta forte, fortissima. Anche se ha infortunati? Anche. Anche se ha cambiato tanto? Mi ripeto: an- che, perché comunque e sempre ci sono giocatore bravi, di grande valore. Adesso fra l’altro sta riprendendo il passo, per questo dico che serve stare attenti. E batterla sarebbe un grande passo, oltre che un segnale a tutto il campionato».