Italia, missione compiuta! Azerbaijan ko e pass per gli Europei

© foto www.imagephotoagency.it

Azzurri qualificati agli europei con un turno di anticipo

Missione compiuta: l’Italia andrà in Francia a giugno. Con la vittoria sull’Azerbaijan gli azzurri hanno, infatti, archiviato il discorso qualificazione agli Europei 2016 con un turno di anticipo. Tutto facile per la squadra di Antonio Conte, che però nel primo tempo ha “giocato con il fuoco”. Sicuramente questo risultato rappresenta un buon punto di partenza per prepararsi al meglio.

PRIMO TEMPO – Subito pericolosa l’Italia con la percussione di Eder, che al 1’ conquista un calcio di punizione dal limite dell’area di rigore, sugli sviluppi del quale Chiellini ci prova di testa. Docilmente, invece, arriva la palla tra le braccia di Buffon dopo il primo tentativo dell’Azerbaijan, al 6’ con Amirguliyev. Vuol fare bella figura in casa la selezione azera, che all’11’ con Amirguliyev cerca il destro al giro, ma su capovolgimento di fronte la partita si sblocca: sponda di Candreva per Verratti, che di prima intenzione cerca Eder, il quale scatta sul filo del fuorigioco e batte senza problemi Agayev. Ottima intesa tra Eder e Pellè, che sfiora il raddoppio con una girata di destro di prima intenzione, trovando però l’opposizione del portiere avversario, che si salva in corner. L’Italia non sfrutta la chance e viene punita al 31’ dall’Azerbaijan che trova il pareggio con astuzia: su un lancio che sembra innocuo Chiellini è impreciso e Bonucci non riesce a contrastare Gurbanov, che inconsapevolmente serve Nazarov, il quale batte Buffon con un rasoterra sul primo palo. La reazione azzurra è immediata: stop di palla e tiro al volo al 35’ di El Shaarawy, che però non inquadra la porta. Ancor più ghiotta l’occasione al 37’ per il Faraone, che non sfrutta l’uscita sbagliata di Agayev e a porta vuota spara alto il pallone sopra la traversa. Tutto più facile per El Shaarawy al 43’ quando, servito deliziosamente da Candreva, deve semplicemente spingere il pallone nella porta sguarnita.

SECONDO TEMPO – Dopo l’intervallo gli azzurri tornano in campo con la voglia di trovare il terzo gol e chiudere la partita, ma i tentativi di De Sciglio e Pellé sono velleitari. Al 57’ si riaffaccia in avanti l’Azerbaijan, sul cui tiro però interviene Bonucci. Provvidenziale il salvataggio al 61’ di Sadygov sulla linea di porta dopo il pallonetto di Eder, scattato sul filo del fuorigioco. Continua il momento positivo a livello personale per Darmian, che al 65’ firma il tris con un tiro di collo destro sul primo pallo dalla trequarti. Al 70’ Nazarov conclude in porta, ma Buffon para agevolmente. Risponde Eder, che costringe Agayev a distendersi. Rischia l’autogol Chiellini al 76’ sul tiro innocuo di Amirguliyev, ma riesce a salvarsi in corner. Ha tanta voglia di mettersi in mostra Giovinco, lanciato al posto di Eder, ma il ritmo cala al pari della lucidità dei suoi compagni di squadra. All’88’, lanciato a rete, viene placcato da Huseynov, che viene espulso e guadagna così anzitempo gli spogliatoi. Perfetta la conclusione di Giovinco, il cui calcio di punizione si stampa sulla traversa.

LUCI E OMBRE – Non è una squadra a cui piace manovrare il gioco, schiava dunque del possesso di palla, ma è una Nazionale che cerca soluzioni rapide, a cui piace verticalizzare e sfruttare le occasioni in contropiede, innescando le fasce soprattutto grazie alla visione di gioco di Verratti, che oggi ha a tratti illuminato la scena. I segnali lanciati, dunque, contro l’Azerbaijan sono positivi, ma non ci si illuda: c’è ancora molto da fare, soprattutto a livello difensivo.

TABELLINO – AZERBAIJAN 1 – 3 ITALIA

Marcatori: 11’ Eder, 31’ Nazarov, 43’ El Shaarawy, 65’ Darmian

Ammoniti: Medvedev

Espulsi: Huseynov

AZERBAIJAN (4-5-1): Agayev; Dashdemirov, Medvedev, Sadygov, Huseynov; Nazarov, Amirguliyev, Garayev, Eddy, Ismayilov (90’ Mirzabekov); Gurbanov (74’ Erat). In panchina: A. Mammadov, Nazirov, Pashayev, Abisov, Guliyev, Sadygov, E. Mammadov, Hajiyev, Jafarov. CT: Prosinecki.

ITALIA (4-4-2): Buffon, De Sciglio, Bonucci, Chiellini, Darmian; Candreva (88’ Montolivo), Verratti, Parolo, El Shaarawy (73’ Florenzi); Pellé, Eder (78’ Giovinco). In panchina: Padelli, Sirigu, Barzagli, Santon, Soriano, Bonaventura, Bertolacci, Zaza, Quagliarella. CT: Conte.

Di seguito le reti: