Juventus, bisogna scegliere tra Aguero e Benzema

© foto www.imagephotoagency.it

I radar bianconeri sono sempre puntati su Madrid per capire quale sarà  il futuro di Aguero e Benzema. La Juve si sintonizza anche su Udine, per intercettare ogni sussurro su Sanchez, e continua a monitorare Manchester per Tevez.
Intanto si cercano alternative low cost, come Adebayor, valutato 12 milioni dal City. Ã?«Stiamo valutando alcune offerte, il giocatore piace a molti clubÃ?», ha dichiarato ieri Jones, agente del togolese. Due problemi: lo status di extracomunitario e l’ingaggio da faraone, 5 milioni e mezzo netti l’anno. Una follia.
Non ha prezzi da discount, ma permetterebbe comunque di risparmiare qualche milione di euro anche l’attaccante della Roma Vucinic. Perfetto per l’attacco e per la corsia sinistra, il nome del montenegrino è stato fatto da Conte a Marotta nel vertice di mercato, ieri a Vinovo. Vucinic vuole lasciare la Roma, come ha confermato il suo agente Lucci al ds romanista Sabatini.
Già  inseguito a gennaio, per piallare le pretese economiche della Roma (30 milioni!), Marotta pensa di inserire nell’affare Amauri. Che, però, lancia messaggi d’amore al Napoli: Ã?«Io con Lavezzi e Cavani? Non sarebbe male. Lì, poi, ho avuto la mia prima esperienza in serie AÃ?».
A proposito di ritorni di fiamma, viste le difficoltà  ad arrivare al difensore del Porto Rolando, i bianconeri stanno ripensando a Bocchetti, 24 anni, valutato 8 milioni dal Rubin Kazan. Ã?«Se la Juve non riuscirà  a chiudere con un big, può puntare su di luiÃ?», conferma il procuratore D’Amico.
Intanto, oggi è il giorno di Lichtesteiner, che approda in bianconero per 10,5 milioni. Giovedì, invece, sarà  la volta di Pazienza: visite mediche e firma. Due nomi che non servono per i fuochi pirotecnici, casomai per fare buona legna.
E arrivano al pettine i nodi dei riscatti. La Juve deve pagare gli acquisti in leasing della scorsa stagione: quasi: 37 milioni per i cartellini di Matri, Quagliarella, Motta e Pepe. Per il primo ne servono 15, dopo i 2,5 versati per il prestito a gennaio. La Juve ne offrirà  10 al Cagliari, più la comproprietà  di Pasquato e i prestiti dei giovani Marrone e Immobile. Per Quagliarella la Juve darà  10,5 milioni al Napoli, dopo i 4,5 anticipati l’estate scorsa. Più di 11 milioni andranno invece all’Udinese: 3,8 per l’acquisizione definitiva di Motta e 7,5 per Pepe, anche se soltanto quest’ultimo resterà  a Torino.
Nessun riscatto, ma ormai era chiaro, per Traorè e Rinaudo. E neppure per Aquilani, illuso per mesi e poi abbandonato.

Fonte | di Timothy Ormezzano per “Leggo.it”