Juventus, Chiellini: «Lazio, anche noi vogliamo la Supercoppa»

© foto www.imagephotoagency.it

Il difensore bianconero mette in guardia la compagine biancoceleste.

JUVENTUS CHIELLINI – Con l’appuntamento di Villar Perosa si apre ufficialmente la nuova stagione per la Juventus, che da oggi comincerà a preparare intensamente la sfida di Supercoppa Italiana contro la Lazio. A tal proposito Giorgio Chiellini ha dichiarato: «Siamo ancora un po’ imballati dai grandi carichi di lavoro cui ci siamo sottoposti in California. E’ normale che ci sia un minimo di appannamento e una mancanza di brillantezza in questo periodo. Però stiamo crescendo. E per il 18 agosto ci faremo trovare sicuramente pronti a un appuntamento già importante», ha dichiarato, come riportato da “Tuttosport”, il difensore della Juventus, che prima però ha un appuntamento con la Nazionale: «E’ chiaro che tutti preferirebbero lavorare per un’intera settimana-tipo, soprattutto quando c’è da smaltire il duro lavoro fisico. Ma quando vieni convocato per Italia-Argentina, non c’è nemmeno da discutere. Si va a Roma e basta. Lazio? Anche noi teniamo tanto a vincere. E ci faremo trovare pronti, non c’è da dubitarne. Perché dopo l’Italia, finalmente si inizia. In questa settimana svolgeremo sedute di allenamento con carichi ridotti sulle gambe. Vogliamo ripartire subito alla grande per una stagione super. Domenica finalmente comincerà a parlare il campo».

Chiellini ha commentato poi le parole di Conte e fissato gli obiettivi per la prossima stagione: «Sono state parole giuste. Perché il talento va coltivato giorno dopo giorno, col lavoro. E tornare a battere le avversarie, in questo senso, ci farà solo bene. I tifosi sognano? Noi sogniamo insieme a loro. Giornate come questa a Villar Perosa sono belle, soprattutto perché ti fanno vivere l’affetto della gente. Sappiamo che solo col lavoro possiamo ambire a certi risultati: confermarci in Italia e migliorarci in Europa. Sono i nostri obiettivi. Gap diminuito in Europa? Intanto non dimentichiamo che l’anno scorso abbiamo eliminato il Chelsea detentore della competizione, dominando con grande autorità la gara di ritorno in casa. Certo, quando ti trovi a giocare contro Barcellona, Bayern, Real Madrid, devi affrontarle al pieno della forma fisica. Noi, ora come ora, stiamo pagando tanto i carichi di lavoro».

Infine, su Tevez e l’incontro con Platini, il muro bianconero ha concluso: «Tevez? Beh, lui è un fuoriclasse, dotato di notevoli qualità. Però bisogna dargli il tempo affinché possa crescere con la necessaria tranquillità. Platini? Lui ha fatto la storia, è stato a Villar Perosa per tanti anni. La speranza è di poterlo incontrare di nuovo, ma in ambiti più importanti. Sogniamo di arrivare a quel momento».