Juventus, Conte a Sky : «Tevez in fuorigioco? Ma Immobile…»

© foto www.imagephotoagency.it

Le dichiarazioni del tecnico bianconero nel post-partita.

JUVENTUS CONTE – Intervenuto ai microfoni di “SkySport” al termine della partita, Antonio Conte ha commentato il successo della Juventus nel derby: «Oggi siamo stati molto più attenti, non abbiamo concesso nulla al Torino, nonostante avessero giocatori bravi nelle ripartenze. Abbiamo, rispetto alle precedenti partite, riproposto il trio in difesa che l’anno scorso ha vinto. Ogbonna si sta inserendo, sta cambiando modo di giocare, ma per me è una certezza e sono contento di quello che ha fatto. Oggi c’è stata una squadra che ha cercato la vittoria, il Torino è stato attendista, anche dopo lo svantaggio. Il campionato è difficile, le avversarie si snaturano piuttosto che sviluppare il loro gioco. Non incolpo nessuno, però non è semplice e noi siamo stati bravi. Difficoltà in attacco? Quando produci meno c’è del merito per gli avversari: il Torino è molto organizzato tatticamente, usano un sistema molto difensivo, poi nel secondo tempo con la stanchezza si sono creati più spazi», ha dichiarato il tecnico bianconero.

PIRLO – Il tecnico bianconero ha poi aggiunto: «Vidal era molto marcato da El Kaddouri, quindi ho spostato Pogba per far prevalere la sua forza fisica, poi dopo il gol abbiamo cambiato con un 4-3-3, mettendo Padoin avanzato con Vucinic e Tevez. Pirlo è unico e inimitabile, senza di lui dobbiamo puntare sulla fisicità, perdendo nella qualità della manovra, ma dovevo fare delle rotazioni per via dei prossimi impegni. Gli abbiamo fatto fare dei lavori specifici in settimana, io ho fiducia nella rosa, basti vedere come è entrato in partita Padoin, sempre pronto a battagliare».

EPISODI ARBITRALI – «Mi hanno detto che nell’azione del gol c’era Tevez in fuorigioco, ma Tevez ha rischiato anche la caviglia per il fallo di Immobile. Ha riportato un taglio profondo, chissà come sarebbe finita se avessero giocato in 10. Gli errori ci stanno, è inevitabile che si creino delle situazioni discutibili, del resto la squadra ha attaccato. Io stimo Immobile, spero faccia bene, ho avuto il piacere di allenarlo. L’anno scorso ci siamo sfiorati a gennaio, lo seguo, è per metà nostro e penso che il Torino abbia fatto un affare a prenderlo».