Juventus, Genoa e Roma: dettagli e retroscena del maxi-affare saltato

© foto www.imagephotoagency.it

Fallite le trattative che avrebbero scatenato un valzer di attaccanti.

CALCIOMERCATO JUVENTUS GENOA ROMA – Era quasi fatta: Alberto Gilardino, Fabio Quagliarella e Marco Borriello ieri stavano per scambiarsi le maglie. Il primo sarebbe dovuto andare alla Juventus, il secondo alla Roma ed il terzo al Genoa. Era tutto apparecchiato, ma poi la “cena” è saltata: sono spuntati i problemi della Roma per la formula dei trasferimenti, la volontà di Gilardino di giocarsi le sue carte in vista dei Mondiali da titolare del Genoa, ma hanno anche inciso le cifre in ballo, perché l’ingaggio di 4 milioni di euro di Borriello ha complicato un po’ le trattative, e l’intervento di Antonio Conte, che alla fine ha deciso di trattenere a Torino la sua punta.

Un maxi-affare complicato da portare a termine, visti gli intrecci, eppure tutti avevano buoni motivi per chiuderlo: alle 21 è stato fatto un ultimo tentativo, dopo che la Juventus ha tolto Quagliarella dal mercato, ma anche il semplice scambio tra Gilardino e Borriello non è andato in porto, mentre la Lazio provava a chiudere per 6,8 milioni di euro per l’acquisto di Quagliarella, troppo pochi per la Juventus. Tentativi di inserimento anche da parte di squadre inglesi, come Everton, Sunderland, West Bromwich e West Ham.