Connettiti con noi

Calcio Femminile

Juventus Women, ufficiale la separazione con Rita Guarino: il comunicato

Pubblicato

su

Juventus Women, addio a Rita Guarino: ora è ufficiale. La coach non sarà sulla panchina bianconera nella prossima stagione

Ora è anche ufficiale: le strade di Rita Guarino e della Juventus Women si separano dopo quattro stagioni e altrettanti scudetti. Domenica contro l’Inter l’ultima panchina. Di seguito il comunicato del club bianconero.

«Dopo quattro anni di successi, le strade di Rita Guarino e delle Juventus Women si separano. Sono stati anni densi di emozioni e, soprattutto, di vittorie: dal profondo del cuore, grazie per tutto, Rita!

Il viaggio insieme è cominciato nel 2017, nel giorno della fondazione delle Juventus Women, quando Stefano Braghin ha riposto la sua fiducia in Rita per dare vita a un progetto emozionante e che ha rivoluzionato il calcio femminile. Fiducia ripagata in pieno, giorno dopo giorno, sfida dopo sfida.

Il primo match, vinto 13-0 in Coppa Italia contro il Torino, ha rappresentato subito il manifesto di cosa sarebbero state le Juventus Women. Da lì è cominciata una crescita inarrestabile, lì ha mosso i primi passi un gruppo in cui Coach Guarino ha instillato la sua voglia di vincere e di migliorare. Sempre, senza accontentarsi mai.

Tutto questo è diventato sempre più chiaro e la sua squadra, fin da subito, ha rappresentato per le avversarie un ostacolo difficile da superare. Spesso semplicemente impossibile. La prima stagione in Serie A è terminata con il primo scudetto, vinto nello spareggio contro il Brescia, mettendo in evidenza l’anima di una squadra incapace di arrendersi. Poi la corsa è continuata, verso altri titoli e altri record, con numeri impressionanti. 111 le gare con Coach Guarino in panchina, 92 quelle vinte. 339 i gol segnati, con una media di più di 3 a partita, appena 66 quelli subiti. Numeri che si sono tramutati in trofei: quattro scudetti, una Coppa Italia nel 2019 e due Supercoppe Italiane, di cui l’ultima vinta quest’anno.

Le vittorie restano incastonate nella storia insieme ai record, resi possibili anche dalla sua leadership, la sua etica del lavoro e ovviamente le sue capacità. Con le sue giocatrici ha saputo trasformare in realtà i sogni di un gruppo che si affacciava a un’avventura nuova, facendo innamorare i tifosi.

Domenica, nell’ultima gara di campionato, contro l’Inter, inseguirà un altro record e alzerà l’ennesimo trofeo alla guida della Juventus. Sarà il momento in cui salutarsi, ricordando quanto di straordinario fatto insieme, sorridendo per le mille battaglie vinte fianco a fianco. Difficile immaginare una chiusura migliore.

Grazie di tutto, Coach! In bocca al lupo per il futuro!».

Advertisement