Lecce, Cipollini: “Una sconfitta per il nostro calcio”

© foto www.imagephotoagency.it

Il mancato accordo sul contratto collettivo ha portato allo sciopero da parte dei calciatori ed il conseguente rinvio della prima giornata di Serie A. Questo il commento di un deluso Renato Cipollini, neo presidente del club salentino: “Se siamo arrivati a questo punto è una sconfitta per tutti, per l’intero sistema. C’è stata una presa di posizione radicale da parte dell’AIC e delle società , poi diventa difficile dire da che parte penda la ragione. L’AIC ha una posizione datata, che non ha preso in considerazione le novità  che ci sono state, come ad esempio il fondo di solidarietà . Le società  avevano assunto una posizione nell’assemblea di mercoledì e Beretta non poteva decidere di muoversi diversamente. Dopo mercoledì era inevitabile arrivare a questo punto. Se per il Lecce sia meglio o peggio saltare la prima? E’ difficile poterlo dire, se pensiamo a mercoledì 31 come termine ultimo per completare la rosa, potremmo pensare ad un bene, anche se poi non si può mai sapere”, riporta il sito ufficiale giallorosso.