Liverpool, Klopp sul Boxing-Day: «Giocare il 26 e il 28 è un crimine»

Liverpool Klopp
© foto www.imagephotoagency.it

Liverpool, giornata di gare in Premier League. Ecco le parole del tecnico dei Reds proprio sulla questione

Non si ferma il campionato in Inghilterra nonostante le feste di Natale. In Premier è sempre stato così anche se non tutti gli allenatori sono d’accordo. Ecco le parole del tecnico del Liverpool Klopp riportate dal Daily Mail.

«È quello che vuole la gente. Nessun allenatore ha problemi a giocare a Santo Stefano, ma giocare il 26 e il 28 dicembre è un crimine. Nessuno è d’accordo, ma va ancora così. Quest’anno noi giochiamo il 26 e il 29 e ci sembra quasi di essere in vacanza. E capisco tutti quelli che stanno dicendo che non dovrebbe accadere».

«Naturalmente noi possiamo dire quello che vogliamo, ma non ci ascolta nessuno. Ogni anno per noi allenatori è la stessa storia, 26 e 28 dicembre. E la scienza sportiva non ti dà alcun modo di affrontare questa situazione. Il corpo ha bisogno di un determinato periodo prima di poter ripartire, questa sì che è scienza. Ma noi questo lo ignoriamo, diciamo soltanto ‘oh, guarda come sono strani quando corrono oggi”. Noi non siamo in questa situazione stavolta, ma io capisco ogni allenatore che tira spesso, anzi, sempre fuori il problema quando sta per arrivare, perché è una cosa che non va bene. E questo è perché non è giusto che siano altre persone a prendere queste decisioni».