Livorno, Spinelli: «Grande emozione contro il Genoa»

© foto www.imagephotoagency.it

LIVORNO SPINELLI GENOA – La prossima sarà una domenica speciale per Aldo Spinelli, il quale tornerà da avversario nella casa del Genoa, in qualità di presidente del Livorno. Il noto dirigente ligure è stato a lungo anche il patron del Grifone, con cui ha conquistato anche una semifinale di Coppa Uefa nel 1992, e ha ricordato proprio questi tempi, come si legge stamani su Tuttosport: «A Marassi avrò sicuramente dei brividi, ma devo pensare unicamente al mio Livorno e metterò il cuore da parte. Ho sempre dato tutto quello che potevo per il Genoa, ottenendo risultati insperati contro grandissime squadre, fino a quella semifinale di Coppa Uefa… Ma anche a Livorno ho sempre fatto il massimo, mi resta il rammarico di aver giocato contro l’Espanyol a porte chiuse per gli incidenti di Catania, altrimenti ce la saremmo potuti giocare anche lì.»

OTTIMO INIZIOSpinelli ha parlato anche del buon inizio del Livorno, che ha vinto le ultime due partite di campionato e punta alla salvezza, sapendo che non sarà facile: «Anche le squadre che sono a zero punti hanno dimostrato di giocare bene a calcio, sono arrivati giocatori di qualità superiore e pure il Catania, che abbiamo battuto 2-0, aveva in campo giocatori molto forti. Dobbiamo ringraziare Bardi e Paulinho: uno ha blindato la porta, l’altro ha affondato gli etnei. Ma quel che più mi è piaciuto è l’aver visto 11 leoni in campo, altrimenti certe gare non le vinci…»