Connettiti con noi

Hanno Detto

Marocco bloccato da un colpo di stato in Guinea. Halihodzic: «Non siamo sicuri»

Pubblicato

su

Paura per il Marocco, bloccato da un colpo di stato in Guinea. Il ct Halihodzic spiega la situazione: ecco le sue dichiarazioni

La Nazionale marocchina è bloccata in un hotel in Guinea, la cui capitale è soggetta ad un colpo di stato. Grande paura per tutta la squadra, come spiega il ct del Marocco Vahid Halihodzic ai microfoni de L’Equipe:

«Siamo in hotel, abbiamo sentito spari nelle vicinanze per tutta la giornata. Aspettiamo il permesso per andare all’aeroporto, al momento siamo bloccati qui nonostante ci sia un aereo ad attenderci. Per arrivare all’aeroporto ci vogliono 45-60 minuti, quando senti dei colpi fuori la sicurezza non è mai al 100%. Non sappiamo veramente cosa stia accadendo all’esterno dell’hotel. Il palazzo presidenziale non è molto lontano, ho visto dei soldati correre per strada, ma non sappiamo bene che succede. I calciatori non sono sicuri, l’inquietudine è tangibile».