Milan, il 63 è meglio dei 9: Cutrone segna più di tutti, che succederà con Piatek?

© foto www.imagephotoagency.it

Cutrone è stato il capocannoniere del Milan lo scorso anno e lo è anche in questa stagione. Gattuso riuscirà a farlo convivere con Piatek?

A volta è complicato capire come si muove il destino. Di certo, pensare di essere capocannoniere del Milan per due stagioni, quando la tua squadra spende in fior fiori di attaccanti navigati diventa impossibile per un ragazzo del ’98. Eppure è ciò che è accaduto a Patrick Cutrone, che nel silenzio generale, continua a confermarsi la vera stella di questo Milan. E in barba ai 25 milioni per Kalinic, ai 35 per André Silva o ai 55 per Higuain: Gattuso il bomber ce l’ha sempre avuto in casa e non ha mai deluso quando contava. Ben 18 reti l’anno scorso, la metà invece quest’anno in tutte le competizioni: il 63 ha ammazzato tutti i 9 sulla sua strada e non ha nessuna intenzione di fermare la sua crescita. Poi se al tuo primo anno tra i grandi, finisci anche nella lista dei migliori Under-21 del pianeta allora…

Una bella gatta da pelare per il Diavolo, che molto presto potrà contare su un altro giovanissimo, Krzysztof Piatek. Un problema che sicuramente farà contento Gattuso, che ora ha in mano il suo futuro e quello del Milan. Quel che è certo è che se Cutrone è sempre partito dietro nelle gerarchie, adesso ci sarà una vera e propria lotta per la titolarità, a meno che non si decida per un modulo a due punte che già fa sognare i tifosi. Il classe ’98 è amatissimo dai supporters rossoneri per la grinta mostrata e la sua incisività, e chissà cosa sarebbe successo se quel tiro in Supercoppa Italia fosse entrato invece che finire sulla traversa… Ma Cutrone non si abbatte e sa che l’addio del Pipita può solo che fargli bene, con l’obiettivo di far vedere a tutti che il vero 9 rossonero può essere lui.