Milan: ipotesi nuova società (newco) per sistemare le finanze

han li yonghong li fassone milan
© foto www.imagephotoagency.it

Debito Milan, piano rifinanzimento allo studio. Newco per avere bilancio in attivo e rimborsare il debito. Operazione simile a quelle di Roma ed Inter

Se sul campo il Milan, mediante la gestione Gattuso, comincia a fornire i primi risultati positivi, molto ancora c’è da fare sotto il punto di vista finanziario-economico. E non sul tappeto verde, ma dietro le scrivanie, la dirigenza rossonera sta lavorando duramente per realizzare, assieme alla banca d’affari americana Merrill Lynch, l’operazione di rifinanziamento del debito del club, pari a 303 milioni di euro più gli interessi, che la holding lussemburghese Rossoneri Sport Investment ha nei confronti del fondo Elliott Management Corporation. Secondo quanto riporta l’edizione odierna del quotidiano finanziario Milano Finanza (MF), l’opzione al vaglio attualmente dei vertici rossoneri prevede la creazione di una nuova società, detta in gergo tecnico media company, nella quale verrebbero inseriti tutti quegli asset che producono reddito, ovvero diritti tv, incassi delle partite (biglietti+abbonamenti) e sponsorizzazioni. In questo modo si andrebbe a creare una “good company“, ovvero una società, sotto il punto di vista delle gestione finanziaria, che sarebbe florida e che potrebbe andare a chiedere un nuovo consistente finanziamento, stimato in almeno €250 milioni. Tale cifra sarebbe circa il doppio dell’attuale prestito di 123 milioni che il Milan ha ricevuto mediante due bond emessi alcuni mesi fa presso la borsa di Vienna e integralmente sottoscritti da Elliott). Tale schema complicato avrebbe come obbiettivo di garantire al nuovo investitore di cartolarizzare gli stessi ricavi operativi, ovvero di poter garantire la gestione economica mediante le diverse entrate (sponsor, biglietti, etc). L’operazione permetterebbe di sistemare in prima istanza il bilancio civilistico del Milan, la cui chiusura sarebbe in utile per via della cessione degli asset alla newco. Mentre si verrebbe a creare un grosso dividendo da distribuire alla Rossoneri Sport Investment, azionista di maggioranza e di proprietà dell’imprenditore cinese Yonghong Li.

Debito Milan: come già fatto da Roma ed Inter?

Come scrive il quotidiano milanese, l’operazione si presenterebbe simile a quelle già realizzate nei mesi scorsi da Roma ed Inter, con la sola grande differenza che una parte del nuovo finanziamento verrebbe girato dal Milan alla holding lussemburghese; in questo modo parte del debito verrebbe scaricato sulle casse sociali rossonere. Alla fine delle operazioni, secondo quanto scrive MF, il debito dei rossoneri salirebbe dagli attuali 123 milioni a ben 250 milioni mentre la holding vedrebbe la strada in discesa, con un debito che diminuirebbe da 180 milioni a circa 53 milioni.